Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°22° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 19 ottobre 2019

Cronaca domenica 30 ottobre 2016 ore 20:46

La tragica conta di migliaia di sfollati

Paesi distrutti, persone che non hanno più una casa dove vivere. Dopo il devastante terremoto, solo nelle Marche si contano 25mila sfollati



FIRENZE — Il sisma che alle 7.40 di questa mattina ha scatenato una magnitudo di 6.5 con epicentro nei dintorni di Norcia, lascia dietro di sé un numero di persone senza più una casa da capogiro.

Sono circa 20 i feriti ma il bilancio è pesante dal punto di vista dei danni agli edifici: paesi distrutti, chiese e cattedrali crollate. Sono decine di migliaia gli sfollati, che potrebbero arrivare anche a centomila, 25 mila soltanto nelle Marche. 

Per loro la protezione civile sta cercando di trovare una sistemazione. "Non vogliamo deportare le persone, ma che possano trascorrere una notte tranquilla. Non ha senso dormire in macchina", ha detto il commissario del Governo per la ricostruzione, Vasco Errani

Sono stati oltre 200 gli eventi sismici dopo la scossa di 6.5, talmente violenta che è stata avvertita non solo nelle Regioni centrali ma in gran parte del Paese.

Questo terremoto ha colpito molte delle aree già interessate dai terremoti del 24 agosto e del 26 ottobre scorsi, e molto probabilmente per questo motivo non ci sono vittime: i centri storici dei paesi, infatti, erano già stati in gran parte sgomberati e dichiarati ''zone rosse''.

Ma questi stessi borghi hanno subito oggi un'ulteriore devastazione: soprattutto a Norcia, dove la Basilica di San Benedetto e la chiesa di San Francesco sono crollate. La parte alta della frazione di Castelluccio di Norcia è stata rasa al suolo. Ad Amatrice, è crollata la torre civica e la chiesa di San Benedetto.

Sono numerose le strade statali e provinciali chiuse nelle Marche, nel Lazio, in Umbria e in Abruzzo per i crolli o per i rischi legati al terremoto. 

Problemi anche alle linee ferroviarie: la circolazione dei treni è stata sospesa in attesa di verifiche lungo le linee Foligno-Terontola, Orte-Falconara, Ascoli-Porto d'Ascoli, Terni-Sulmona, Pescara-Sulmona e poi ripristinata. 

Sul fronte dei soccorsi sono 1.313 vigili del fuoco in campo, con 533 mezzi.



Tag

Leopolda, Renzi: «Togliere il voto agli anziani? No, togliere il fiasco a Grillo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità