Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°19° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 19 luglio 2019

Attualità lunedì 09 maggio 2016 ore 11:00

Fusioni, seggi senza ressa nel primo giorno

Urne di nuovo aperte per la seconda giornata di voto in sei Comuni della Toscana chiamati a decidere sulla nascita degli enti unici



FIRENZE — Gli elettori più attivi sono stati quelli di Castiglion Fibocchi, in provincia di Arezzo, dove a votare è stato il 57,47 per cento degli aventi diritto. A Capolona, il Comune in lizza per la fusione con Castiglion Fibocchi, alle urne è andato il 28,42 per cento. 

Altra partita si gioca a Riparbella e Castellina Marittima, in provincia di Pisa. In questo caso alle 22 di domenica sera, nel primo Comune è andato a votare il 42,62 per cento, mentre nel secondo ha votato il 37 per cento. 

Percentuali più basse sulla montagna pistoiese, dove la partita è per la fusione di Piteglio e San Marcello. In questo caso, alle urne è andato il 31,32 per cento degli aventi diritto a Piteglio e il 21,36 per cento a San Marcello. 

Urne aperte fino alle 15 e poi via allo spoglio. Nel merito del referendum consultivo, a urne chiuse e risultati pubblicati, entrerà il Consiglio regionale. 

Guardando sempre ai numeri, a Capolona e Castiglion Fibocchi sono chiamati al voto complessivamente 6.056 elettori, a Castellina Marittima e Riparbella possono votare in 2.943 e in 7.905 a Piteglio e San Marcello.



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità