Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°27° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 18 giugno 2019

Attualità venerdì 11 dicembre 2015 ore 11:14

La Leopolda della maturità

Dimostrare che il cambiamento lanciato dalla ex stazione nel 2010 oggi è già in corso: questo l'obiettivo e il format della kermesse renziana



FIRENZE — Basta con le ambientazioni da garage e start up, segni di qualcosa che intende cambiare il Paese. Il messaggio della Leopolda sarà la maturazione tra le prime Leopolde e l'attività di governo. 

Il nuovo format, su cui hanno lavorato la ministra per le riforme Maria Elena Boschi e Simona Ercolani, lo ha spiegato lo stesso Matteo Renzi nella sua e-news: "Ci racconteremo come abbiamo passato il 2015 - ha scritto - e ne sentiremo delle belle, guidati da due leopoldini storici quali il sindaco di Ercolano, Ciro Bonajuto e la vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna, Ottavia Soncini". 

Sabato gli interventi brevi dal palco e la vera novità di quest'anno: il "question time" con quattro ministri. I nomi ancora non sono stati resi noti, ma i "papabili", secondo quanto si apprende, sono i titolari del Lavoro Giuliano Poletti, della Pubblica amministrazione Marianna Madia, dei Beni culturali Dario Franceschini e dell'Istruzione Stefania Giannini

Poi il finale: domenica l'intervento di Matteo Renzi, intorno alle 13. 

Per quanto riguarda i partecipanti, sono circolati, senza però conferme ufficiali, i nomi di Antonio Campo Dall'Orto, dg della Rai, presente alle precedenti edizioni, ma anche di campioni dello sport come le tenniste Flavia Pennetta e Roberta Vinci

Hanno invece smentito la loro partecipazione la nuotatrice Federica Pellegrini e l'astronauta Samantha Cristoforetti. Assente un habitué della Leopolda, lo scrittore Alessandro Baricco, per altri impegni. 

Sul palco sarà dato spazio anche a persone "normali" che hanno però in qualche modo beneficiato delle riforme del governo: dal lavoratore assunto grazie al Jobs act al precario stabilizzato con la Buona scuola.

Rafforzate le misure di sicurezza, è confermato lo spazio per i bambini mentre i partecipanti sono invitati a non portare bagagli. 

Per la serata di sabato sono state organizzate tre visite al nuovo Museo dell'Opera del Duomo, a Palazzo Vecchio e a Palazzo Strozzi. Per i primi 300 iscritti sul sito della manifestazione, la visita sarà gratuita. 

L'iniziativa, tra l'altro, a Firenze ha suscitato polemiche: "Anche i Medici facevano così con i loro ospiti - ha attaccato il consigliere comunale di sinistra Tommaso Grassi -. La città peccato che non sia di proprietà di Renzi. Non deve esserci nessun trattamento particolare per nessuno".

Il costo della manifestazione, promossa dalla Fondazione Open, è di circa 300 mila euro. Sul sito è possibile contribuire con donazioni, a partire da un minimo di 5 euro.

Il primo ministro intanto ha deciso di non partecipare al convegno organizzato al Polo universitario di Novoli, causa contestazioni annunciate dagli studenti di destra e sinistra. L'intervento di Renzi era previsto per le 15 ma non ci sarà e arriverà intorno alle 21 direttamente alla Leopolda.

Ma le contestazioni non finiscono qui: sabato corteo contro le politiche del governo dei sindacati e centri sociali. Domenica davanti alla Leopolda arriveranno i correntisti "vittime" del salva-banche.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità