FIRENZE
Oggi 20°33° 
Domani 23°34° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 29 giugno 2016

Cronaca domenica 10 gennaio 2016 ore 01:00

Lettera anonima alle vittime del salva-banche

All'interno la notula di uno studio che fa capo a uno degli indagati nell'inchiesta su Banca Etruria, intestata a una delle 14 società perquisite ieri

FIRENZE — Le perquisizioni sono state condotte dalla Guardia di Finanza nell'ambito delle indagini sul conflitto di interessi di alcuni amministratori di Banca Etruria, che avrebbero erogato fidi a favore di società a loro riconducibili, alcuni dei quali rimasti insoluti generando sopfferenze o perdite per l'istituto di credito.

La lettera anonima è stata ricevuta da Letizia Giorgianni, presidente dell'associazione vittime del decreto salva-banche. "Lunedì prossimo la consegnerò alla procura di Arezzo" ha dichiarato Giorgianni. 

La busta, arrivata a destinazione senza essere stata affrancata, contiene la notula e una lettera anonima in cui si invita a verificare le cariche dello studio che l'ha emessa. Si tratterenne di u acconto per alcune decine di migliaia di euro riscosso dopo lo svolgimento di attività di advisoring.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca