Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 20 novembre 2019

Attualità sabato 19 novembre 2016 ore 22:28

Nubifragi, passa la paura, restano i danni

La pioggia intensa delle ultime 24 ore a messo in ginocchio la Valdinievole e la Piana di Lucca. I temporali in fase di attenuazione



FIRENZE — Anche se continua a piovere su gran parte del territorio regionale la pioggia si sta allontanando dalla Toscana. Anche i livelli dei fiumi sono in diminuzione. Sia il Bisenzio che il Serchio, dopo aver raggiunto il livello di massima, sono in diminuzione di circa un metro.

Le situazioni più critiche sono state registrate nella Piana di Lucca e in Valdinievole.

A Lucca i vigili del fuoco sono stati impegnati principalmente nei Comuni di Porcari, Montecarlo e Altopascio per l’innalzamento del livello di torrenti e per allagamenti.

Il rio Leccio ha raggiunto il livello massimo degli argini provocando degli smottamenti. A scopo precauzionale è stata allontanata una famiglia per l'allagamento del piano terra della propria abitazione.

Nel Comune di Montecarlo sono state soccorse tre persone, in auto causa il livello innalzato dell’acqua nelle strade, via dei Micheloni è stata chiusa al traffico.

Nel Comune di Altopascio, sempre a scopo precauzionale, sono state allontanate tre famiglie causa l’allagamento dei piani bassi.

Per la provincia di Pistoia i vigili del fuoco hanno ricevuto oltre 50 richieste di soccorso e alle 2 di notte ne erano già state effettuate 30.

Nella mattinata sono esondati i torrenti Rio Torto e Piscina nei Comuni di Uzzano e Buggiano. 

A scopo precauzionale sono state fatte affluire a Pistoia due idrovore da Siena e da Livorno.

Particolarmente critica la situazione nel comune di Buggiano per allagamenti di cantine nella via Lucchese e a Ponte Buggianese. Anche nel Comune di Massa e Cozzile  si sono verificate tre frane in via Casorino, in via di Croci e in via Capriglioni dove una famiglia è rimasta isolata.

Anche a Pescia sono numerosi i fossi tracimati, come in via Di Campo, e le cantine allagate. Nella notte è stato chiuso il ponte sulla Pescina ad Albinatico, dove è esondato il fosso Nociacchio, senza provocare danni. Il Consorzio del Padule di Fucecchio ha operato numerose verifiche sulle arginature del torrente Pescia di Collodi.

Situazione molto critica anche nella piana quarratina dove molti fossi, dopo le piogge della notte che stanno continuando anche nella giornata, sono al limite dell'esondazione.

La situazione più allarmante è stata a Valenzatico dove la strada di collegamento tra Valenzatico e Quarrata, all'altezza del ponte dell'azienda Nerini, è stata completamente allagata.

Gravi problemi per la circolazione per le abitazioni anche in via del Falchero, al confine tra Valenzatico e Barba.

Situazioni critiche sono segnalate anche in via di Mezzo, sia lato Caserana sia lato Barba.

Fossi al limite e idrovore pronte ad azionarsi anche in altri punti sensibili come sulla Senice, sul Galigana e sul Quadrelli.

In Versilia nel primo pomeriggio i vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l'edificio e la sacrestia della chiesa di San Rocco a Capezzano Monte nel Comune di Pietrasanta, dopo che la cupola è stata colpita e gravemente danneggiata da un fulmine. 

Nelle prossime ore si prevedono ancora precipitazioni sparse anche a carattere di forte rovescio su gran parte della Regione, in particolare sulle zone centro meridionali, cioè nelle province di Siena, Arezzo e Grosseto.  Nelle prossime ore saranno quindi possibili innalzamenti idrometrici nei corsi d'acqua minori delle zone centromeridionali. Si prevedono moderati innalzamenti anche lungo i tratti fluviali che afferiscono al bacino dell'Arno. 

Il termine dell'allerta arancione previsto per le 20 di oggi è stato anticipato alle 16. In tutta la Regione rimane in vigore quella gialla, la cui fine è prevista in alcune aree alle 10 e in altre alle 16 di domani. 



Tag

Trenta e la casa da ministra: «Mio marito rinuncia all'alloggio, lasceremo nel tempo per fare il trasloco»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità