Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16° 
Domani -0°10° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 25 febbraio 2020

Attualità giovedì 22 settembre 2016 ore 18:00

Sesso Day, la risposta alla ministra Lorenzin

I consiglieri regionali di Sì Toscana sinistra lanciano il contro Fertility Day e chiedono le dimissioni del ministro alla salute Beatrice Lorenzin



FIRENZE — "Il Fertility Day non è nient'altro che un'iniziativa pubblicitaria, inutile e dannosa. Inutile perché non influisce in nessun modo sui motivi economici e la precarietà lavorativa che spingono molti giovani a rinunciare ad una famiglia. Dannosa perché retrograda, offensiva, sessista e, nella sua seconda, tragicomica versione, persino razzista". Questa l'opinione del gruppo consiliare di Sì Toscana sinistra toscano, che chiede anche le dimissioni del ministro Beatrice Lorenzin per la campagna del Fertility Day.

I consiglieri regionali di Sì Toscana a sinistra Paolo Sarti e Tommaso Fattori hanno organizzato in Consiglio regionale il ''Sesso Day'', un convegno per discutere di genitorialità, vita sessuale e di coppia, e denatalità proprio nel giorno del Fertility Day.

Il gruppo consiliare propone interventi per assistere la natalità e sostenere la genitorialità; per conciliare famiglia/lavoro, dall'accompagnamento alla maternità e alla paternità a una serie di politiche pubbliche per l'infanzia come gli asili nido e l'insegnamento dell'educazione sessuale a scuola.



Tag

Coronavirus, Ricciardi: «Le mascherine alle persone sane non servono a niente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Imprese & Professioni

Attualità

Lavoro