Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°18° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 23 settembre 2019

Attualità martedì 12 febbraio 2019 ore 15:30

Strage, polemica sulle parole dell'onorevole

Polemica sulle dichiarazioni di Roberto Giachetti sulla scelta di Moretti a rinunciare alla prescrizione. La risposta dei familiari delle vittime



FIRENZE — Le parole di Roberto Giachetti, deputato del Pd, non sono andate giù ai familiari delle vittime della Strage di Viareggio. Giachetti ha parlato della decisione di Mauro Moretti, ex ad di Fs, condannato in primo grado per omicidio colposo plurimo aggravato a 7 anni, di rinunciare alla prescrizione per alcuni reati durante il processo d'appello, che si sta svolgendo a Firenze.

"Moretti ha rinunciato alla prescrizione - ha detto Giachetti - anzitutto per rispetto delle vittime e poi perché convinto della sua innocenza. Credo gli vada reso onore perchédi questi tempi il gesto è sicuramente anomalo ma soprattutto è un grande gesto nei confronti delle vittime".

Subito la risposta dei familiari delle vittime della strage ferroviaria che causò la morte di 32 persone: "Da condannato ad Eroe... Le parole espresse dall'onorevole Giachetti tornano verso i familiari con una violenza inaudita che non ha uguali. Vorremmo ricordare all'onorevole Giachetti che stiamo parlando di una persona condannata (in primo grado) a 7 anni per omicidio colposo plurimo aggravato, lesioni gravi e gravissime colpose, incendio colposo, disastro ferroviario. Forse stiamo parlando di due persone differenti?".Queste le parole scritte in una nota Marco Piagentini portavoce dell'associazione Il Mondo che Vorrei onlus, che raduna i familiari delle vittime della strage ferroviaria di Viareggio. 

"Riteniamo inopportuna la demagogica sponsorizzazione dell'onorevole Giachetti nei confronti di Moretti - prosegue l'associazione -. La decisione di rinunciare alla prescrizione dovrebbe essere atto dovuto per un principio di trasparenza, proprio per il ruoli da lui rivestiti. Riteniamo che il rispetto delle vittime si avrà con l'accertamento delle responsabilità di quanto accaduto, attraverso il processo in corso, del quale Moretti non ha mai avuto un comportamento che si possa definire onorevole". "Poco vale - prosegue Piagentini - il suo ultimo atteggiamento volto solo a ottenere un consenso mediatico che con l'onorevole Giachetti pare sia riuscito molto bene. Ci auguriamo che nei prossimi comunicati, l'onorevole Giachetti, ponga attenzione sui temi veri di questo procedimento penale, quali la sicurezza ferroviaria (che non c'è), la non applicazione della valutazione del rischio nel trasporto merci pericolose, temi, questi sì, di interesse pubblico e di salvaguardia e di tutela dei cittadini".

Sul fatto è intervenuto anche il consigliere regionale Pd Stefano Baccelli, che all'epoca del disatro era presidente della Provincia di Lucca: "A proposito delle dichiarazionidi Giachetti su Moretti (che qui non riporto per decoro), diametralmente opposte alle mie, ci tengo a dirvi che quando non si conosce minimamente ciò di cui si parla è meglio tacere. Generalmente si fa sempre più bella figura".

Intanto, in una nota diffusa oggi il consigliere delegato della Provincia di Lucca, Luca Poletti, si augura che tutti gli imputati rinuncino alla prescrizione e non solo l'ex ad diFerrovie dello Stato Mauro Moretti. "Auspico che anche gli altri imputati, oltre a Moretti - dice Poletti - scelgano la strada della rinuncia alla prescrizione affinché la giustizia faccia interamente il suo corso in riferimento a tutti i capi di imputazione".



Tag

«Grazie al mio staff perché non è facile sopportarmi...», e Meloni scoppia a ridere

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca