Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°24° 
Domani 10°22° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 20 settembre 2019

Attualità martedì 22 marzo 2016 ore 12:37

Toscana al terzo posto per gli ecoreati

Servizio di Alessandro Turini

In otto mesi di applicazione della nuova legge 73 reati, 108 denunce e 22 sequestri di beni. I dati sono stati diffusi da Legambiente Toscana



FIRENZE — Secondo il presidente regionale dell'associazione Fausto Ferruzza il dato si può leggere in due modi:"Da una parte la Toscana è al centro di appetiti criminosi, ma dall'altra è anche una terra di grande contrasto alle mafie". 

La nuova legge sugli ecoreati, che ha pochi mesi di vita ( è entrata in vigore a fine maggio 2015), comincia infatti a produrre i suoi effetti grazie al nuovo sistema sanzionatorio più efficace. In sostanza, secondo Legambiente,"Siamo di fronte all’avvio di una nuova stagione per il contrasto delle ecomafie, grazie a nuovi delitti specifici da contestare, come l'inquinamento e il disastro ambientale, con limiti di pena adeguati, tecniche investigative efficaci e tempi di prescrizione raddoppiati".

Nello specifico, oltre ai due capi di imputazione più importanti, le forze dell'ordine possono contestare anche morte e lesioni conseguenti ad inquinamento, traffico e abbandono di materiale radioattivo, impedimento al controllo e omessa bonifica.

A livello italiano la Toscana arriva al terzo posto con 73 reati in otto mesi dopo Lazio e Campania dove si registrano rispettivamente 134 e 95 infrazioni accertate. 

Secondo Legambiente si può fare ancora molto, rafforzando il quadro normativo a sostegno della riconversione ecologica e approvando un pacchetto di provvedimenti per formare il personale dedito alla repressione, garantendo l'applicazione uniforme da parte della legge anche sui reati minori e potenziando le attività di indagine con la creazione di un corpo di polizia ambientale specializzato.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca