Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°19° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 23 aprile 2019

Attualità mercoledì 07 settembre 2016 ore 15:44

Un clic per segnalare i problemi nelle scuole

Tour del M5S nelle scuole: "Studenti, segnalateci i problemi strutturali". Chiesti alla Regione più fondi per la sicurezza degli edifici scolastici



FIRENZE — Il Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale mette sotto i raggi x la situazione sicurezza delle scuole toscane. Come riferito dal consigliere regionale pentastellato Giacomo Giannarelli, secondo il rapporto "ecosistema scuola" di Legambiente circa la metà degli edifici scolastici sarebbero senza certificazione antincendio e invece secondo il rapporto dei geologi della Toscana l’80 per cento non rispetterebbe le norme antisismiche, come l’adeguamento statico. 

"Abbiamo situazioni intollerabili - spiega Giacomo Giannarelli - come in provincia di Massa Carrara con i bambini che studiano ancora nei container. Mettere in sicurezza gli edifici pubblici, in particolare le scuole, sarebbe il primo punto del nostro Piano Regionale di Sviluppo se fossimo al governo della Toscana. Invece c’è il PD e della questione non c’è una riga nella loro proposta, nonostante Renzi abbia stanziato a riguardo 44 milioni di euro per l’intero paese: praticamente 11mila euro a Comune quando per rifare una scuola ci vogliono non meno di 10 milioni”.

Per questo il Movimento, nel prossimo Consiglio regionale, solleciterà la Regione a chiedere i fondi europei per mettere in sicurezza gli edifici scolastici. 

“L’assessore Cristina Grieco ci ha spiegato che la Regione non usa i Fondi Europei per l’adeguamento sismico o la rimozione dell’amianto, ma questi fondi ci sarebbero. Con la nostra proposta in aula martedì chiediamo che si impegnino per prenderli e creino dei coordinamenti con le province per ottenere un quadro completo della situazione sicurezza. Perché a 13 anni dalla legge istitutiva ancora in Toscana manca un’anagrafe dell’edilizia scolastica. Nel 2016 ci aspetteremmo una mappa di google dove con un clic su ogni edificio scolastico toscano siano visibili i certificati che ha, quelli che deve acquisire e le opere di manutenzione messe in cantiere. Invece non abbiamo neanche le informazioni di base” ha segnalato Giannarelli.

“Lanciamo un appello agli studenti toscani: segnalateci sul nostro sito i problemi strutturali delle vostre scuole. L’invito è esteso anche ai genitori per le scuole primarie e dell’infanzia. Come successo a Carrara lunedì, faremo lì dei sopralluoghi coi nostri parlamentari e racconteremo in diretta facebook quanto vi è chiesto di accettare ogni giorno. Poi ci muoveremo nelle istituzioni perché tutto questo trovi una soluzione” ha chiarito il Cinque Stelle.

“Venerdì saremo al Da Vinci di Firenze, dove questo Stato chiede agli studenti di tornare ad esporsi al rischio amianto nonostante un procedimento penale in corso. Il calendario degli altri sopralluoghi è in definizione, ma le prossime tappe saranno sicuramente in Lunigiana e nell’aretino” ha concluso il consigliere regionale M5S.

SERVIZIO - SICUREZZA,TOUR M5S NELLE SCUOLE DELLA TOSCANA


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca