Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°22° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 14 ottobre 2019

Cronaca venerdì 22 settembre 2017 ore 11:52

Schmidt, multa due la vendetta

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt

Tegola da 2.300 euro per il messaggio anti-bagarini diffuso nel 2016. Il direttore: "L'avevo già pagata". Il Comune: "No, è una sanzione aggiuntiva"



FIRENZE — Sembrava un capitolo chiuso e invece no. Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt si è visto recapitare una nuova multa per i messaggio 'anti-bagarini' che nella primavera del 2016 furono diffusi senza autorizzazione attraverso gli altoparlanti nel piazzale degli Uffizi. Multa peraltro salatissima: 2.327 euro.

In realtà Schmidt quella multa l'aveva pagata e anche entro i cinque giorni dalla notifica che prevedono lo sconto sull'importo totale, tanto che la cifra era passata da 422 euro a 295. Il pagamento, infatti, era avvenuto il giorno dopo con tanto di codazzo di telecamere e macchine fotografiche che seguirono il direttore fino alla filiale della banca in piazza della Signoria. 

Ora la sorpresa e la nuova bosola riducibile a 1.953 euro se pagata entro 60 giorni, come recita il verbale, che stavolta arriva direttamente dalla Direzione risorse finanziarie del Comune.

Dopo l'incredulità per essersi visto recapitare la multa maggiorata, il direttore degli Uffizi ha ironizzato sulla vicenda. "Io e mia moglie - ha detto - non abbiamo creduto ai nostri occhi. La notizia della multa agli Uffizi l''anno scorso fece il giro del mondo. Ma evidentemente a Palazzo Vecchio c'è qualcuno che non se ne è nemmeno accorto; non solo della notizia, ma anche del fatto che la multa era stata pagata".

Palazzo Vecchio, però, ha subito precisato che non si tratta di un errore. Si tratta infatti di una sanzione aggiuntiva, e non raddoppiata per sbaglio. In una nota il Comune ricorda infatti che Schmidt fu multato dai vigili urbani per effettuazione di ''pubblicità fonica non autorizzata'', con gli altoparlanti nel piazzale. Poi il verbale, come previsto, fu trasmesso all'ufficio tributi, che adesso ha emesso una nuova sanzione per omesso versamento Cimp, cioè del Canone installazione mezzi pubblicitari. Ora, spiega sempre Palazzo Vecchio, il sindaco Dario Nardella e il direttore degli Uffizi sono in contatto per risolvere la questione. 



Tag

Russia, Berlusconi: «Neanche Salvini ha tolto le sanzioni»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità