Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -0°14° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 20 novembre 2017

Attualità martedì 14 novembre 2017 ore 16:05

Gli ambulanti sfilano contro la Bolkestein

Cinquecento furgoni alla manifestazione di Assidea contro l'adozione della direttiva europea che in Toscana riguarda quattordicimila concessioni

FIRENZE — Gli ambulanti sono di nuovo in marcia per dire no all'adozione della direttiva Bolkestein, la norma europea che liberalizza l'attività eliminando i rinnovi automatici nell'assegnazione dei posti nei mercati e imponendo bandi pubblici i cui criteri però possono variare da un Comune all'altro. La richiesta della categoria è proprio quella di uno stop ai bandi e dell'estromissione degli ambulanti dalla direttiva. 

L'associazione Assidea, che ha indetto la manifestazione, spiega che si tratta della "risposta ai silenzi delle istituzioni, in particolare del ministro Calenda". Lo ha spiegato il presidente di Assidea Alessio Pestelli: "L'applicazione della direttiva farebbe perdere qualità ai mercati, perché non dà la certezza agli operatori di poter lavorare con tranquillità, fare investimenti e rivolgersi al credito".

In marcia, spiegano gli organizzatori, si sono messi cinquecento furgoni. La manifestazione è stata indetta dall'associazione Assidea. Il percorso del corteo, partito dalle Cascine, tocca Porta Romana e piazzale Michelangelo, per concludersi a Bellariva davanti alla sede della Rai. In Toscana l'applicazione della direttiva colpirebbe, secondo Assidea, circa quattordicimila concessioni per il commercio su area pubblica.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Cronaca