Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°27° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 giugno 2019

Cronaca martedì 12 maggio 2015 ore 11:14

Smantellata una banda che fabbricava borse false

Le fiamme gialle di Firenze hanno sequestrato oltre 26 mila pezzi di merce contraffatta: arrestati 9 cinesi che importavano anche pelle di pitone



FIRENZE — L'operazione è partita nell'estate del 2013 in via Volturno, all'Osmannoro, nel Fiorentino. Li gli investigatori hanno trovato un laboratorio che produceva borse false e attraverso un lungo lavoro di indagine sono riusciti a risalire a una famiglia cinese che gestiva il mercato della contraffazione importando le materie prime dalla Cina, compresa la pelle di pitone reticolato.

Due i membri del clan finiti in manette, mentre per gli altri 7 sono stati disposti i domiciliari. Per un'altra familiare è scattato l'obbligo di firma così come per un'italiana e due senegalesi che si occupavano di smerciare i prodotti finiti la prima in due negozi in Lazio e gli altri due  in Versilia.

Un business che alla famiglia ha fruttato 300 mila euro circa. Per individuare i colpevoli è bastato confrontare gli stipendi di queste persone, che non superavano i 1200 euro mensili, con il patrimonio accumulato. Nel corso delle indagini, coordinate dal pm della Dda di Firenze Tommaso Coletta, sono stati sequestrati, tra l'altro, oltre 26 mila accessori contraffatti, i laboratori di pelletteria, 22 macchinari, 13 conti correnti e 7 automobili.

Hermes, Prada, Miu Miu e Gucci le marche falsificate dall'organizzazione.


Servizio di Tommaso Tafi


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Cronaca