Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°21° 
Domani 18°24° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 23 agosto 2019

Attualità martedì 12 febbraio 2019 ore 10:30

"La protesta dei pastori sardi è giusta"

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi sta con i pastori sardi. "Non si può vendere il latte ad una miseria". I provvedimenti della Regione



FIRENZE — "La protesta dei pastori, strozzati dal crollo dei prezzi, è giusta: non si può vendere il latte ad una miseria. La Regione Toscana ha già adottato provvedimenti concreti per venire incontro alla crisi del settore. E il governo che fa? Per ora parla e convoca tardive riunioni". Lo scrive su Fb Enrico Rossi, presidente dellaRegione Toscana.

"La Regione Toscana aveva da tempo affrontato il problema - prosegue -. Nella giunta di lunedì 28 gennaio, sono stati infatti assunti due importanti iniziative: la prima prevede un finanziamento di 2 milioni, provenienti dal bilancio regionale; la seconda, un protocollo d'intesa con il quale coinvolgere tutta la filiera, le aziende del settore ovino, le organizzazioni professionali e le cooperative agricole e i consorzi di tutela dei formaggi, per salvare la produzione del latte e tenere i prezzi a livelli accettabili. Il rischio erache rimanessero nelle stalle della Toscana, principalmente in provincia di Grosseto, oltre 3 milioni di litri di latte. Con le delibere già assunte vengono destinati 2 milioni di euro, che la Regione investe con risorse proprie, in due azioni difondo: la prima rivolta alla promozione, la seconda al sostegno complessivo di tutta la filiera".

"Infine per rafforzare queste misure con ulteriori risorse abbiamo già chiesto alla Commissione europea la modifica del nostro piano di sviluppo rurale - scrive ancora Rossi -. Domani ci sarà la stipula del protocollo d'intesa con tutti i soggetti interessati. E il governo che fa? Mi pare che anche in questo caso il governo parla molto e poi fa poco o nulla". 

"Il cosiddetto ''governo del popolo'' - conclude - fa molti giri elettorali con i suoi massimi esponenti ma poi è distratto elascia i pastori soli con i loro drammatici problemi".

Riguardo allo stanziamento della Regione al latte in Toscana, con le due azioni di fondo - la prima rivolta alla promozione, la seconda al sostegnocomplessivo di tutta la filiera - il presidente Rossi ha specificato nello stesso post su Fb anche che "per il primo aspetto, vogliamo favorire un aumento della domanda da parte dei mercati, specie di quelli internazionali, ma anche da parte della grande distribuzione: a tale scopo è stata varata una misura che utilizza 700.000 euro, dei 2 milioni disponibili, per la promozione dei formaggi ovini a denominazione di origine protetta. Il resto della somma prevista, 1,3 milioni di euro andrà direttamente agli allevatori cercando di dare una rispostaai loro problemi attraverso sostegni per la perdita di produzione a seguito di attacchi di predatori, aiuti per l'acquisto di animali riproduttori iscritti nei libri genealogici, investimenti nelle aziende zootecniche finalizzati a una corretta gestione del pascolo, all'utilizzo sostenibile delle risorse e alla conservazione del paesaggio. Un aspetto questo, che spesso si dimentica ma che è fondamentale, perché ipastori sono l'ultimo presidio umano sul territorio"



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca