Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°17° 
Domani 10°17° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 23 aprile 2019

Attualità mercoledì 28 settembre 2016 ore 16:40

In Toscana nessun aumento delle tasse regionali

Il Consiglio regionale ha approvato il Documento di economia e finanza 2017 con una risoluzione del Pd che esclude qualunque ritocco alle imposte



FIRENZE — Con24  voti a favore e 15 voti contrari, espressi per appello nominale, il Consiglio regionale ha approvato il Documento di economia e finanza regionale 2017, atto strategico di indirizzo e programmazione. Si è concluso così un lungoo dibattito che ha impegnato l’aula per due giorni.

Insieme al Def è stata approvata a maggioranza una risoluzione presentata dal gruppo Pd, a firma dei consiglieri Leonardo Marras, Gianni Anselmi e Antonio Mazzeo. I consiglieri del Movimento 5 Stelle si sono astenuti. 

La risoluzione impegna giunta regionale “ad escludere qualsiasi aumento dell’imposizione della tassazione regionale su imprese e famiglie al fine di sostenere, analogamente alle misure di riduzione della pressione fiscale adottate dal governo, la ripresa dei consumi e la capacità di investimento delle aziende”.

La risoluzione impegna la giunta anche “a salvaguardare le politiche regionali in settore strategici quali cultura, istruzione, politiche sul lavoro e sociale” e a individuare le opere pubbliche da finanziare.

 Pet quanto riguarda la ripartizione territoriale,  la risoluzione chiede di tenere come riferimento "le esigenze della costa, dell’area metropolitana e della piana fiorentina, dell’arcipelago e della Toscana interna del sud”;  di proseguire nelle misure di sostegno all’innovazione istituzionale; di prevedere all’interno di ciascuna area socio-economica un Punto Regione per raccogliere le istanze dei cittadini; a rafforzare ulteriormente strumenti di sostegno alle imprese come i fondi rotativi, la formazione professionale, gli strumenti di garanzia, e quelli selettivi volti al consolidamento delle Pmi.

Nel corso della seduta sono stati respinti i 19 ordini del giorno collegati al Def 2017 presentati dal gruppo della Lega nord, che investivano numerose questioni, dall’attenzione alla piana fiorentina alla valorizzazione del tessuto culturale, dall’assetto idrogeologico alla riqualificazione urbana.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca