Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 16 ottobre 2019

Politica sabato 29 agosto 2015 ore 21:45

"Accordo nucleare, Iran più pericoloso dell'Isis"

Lo ha dichiarato il primo ministro israeliano Netanyahu a Palazzo Vecchio, nella sala dove lavorò Machiavelli, durante l'incontro con Matteo Renzi



FIRENZE — Netanyahu è stato accolto dal presidente del Consiglio nel cortile di Michelozzo con la cerimonia d'onore tradizionale di Firenze, al suono delle chiarine. 

Presenti anche il sindaco Dario Nardella e l'ambasciatore italiano in Israele Talò.

Prima di ritirarsi in colloquio, Renzi e Netanyahu hanno rilasciato alcune dichiarazioni ai mezzi di informazione. La lotta al terrorismo è stato il tema centrale.

"L'Italia è al fianco di Israele contro il terrorismo e per riportare la pace in tutta la regione - ha dichiarato Renzi - Ci unisce una condivisione di valori di assicurare pace e stabilità nella lotta al terrorismo".

"La cooperazione Italia-Israele non è soltanto a livello di governi e diplomatico - ha proseguito Renzi - ma è innanzitutto una cooperazione di amicizia che tocca in profondità ciò che siamo. Ho avuto modo di toccarla con mano nella visita in Israele e credo che oggi questa visita possa permettere di verificare quanto di bello ci sia da parte italiana".

"L'Expo di Milano è l'esempio della creatività italiana - ha detto invece 
Benjamin Netanyahu - Possiamo espanderci insieme nel settore agricolo, tecnologico e nella lotta al terrorismo. Chi si guadagna il futuro è colui che innova e l'Italia ha sempre fatto moltissimo sotto questo aspetto, basti pensare a Michelangelo. Insieme si puo' fare di piu' e meglio che da soli", 

Parlando del terrorismo, il premier israeliano ha usato parole durissime contro l'Iran.

"Lo stato selvaggio dell'Isis cattura l'attenzione del mondo - ha affermato Netanyahu - Ma una minaccia molto più grave è rappresentata da un altro stato islamico: lo stato islamico dell'Iran".

"Il programma nucleare dell'Iran ha scopi non civili ma militari - ha proseguito  - Questo è un grande pericolo per gli anni futuri, un pericolo che ci viene dallo Stato iraniano che avrà un arsenale enorme, che varrà milioni di dollari e che verrà alimentato da milioni di dollari. Questo è un pericolo per tutto il mondo, in particolare è un pericolo per il nord Africa e renderà difficile il rapporto con l'Iran nei prossimi anni. E' un grande pericolo per il futuro quello che viene dallo stato islamico dell'Iran".

Al termine dell'incontro bilaterale, Renzi e Netanyahu hanno cenato all'enoteca Pinchiorri.



Tag

Renzi e Salvini d'accordo su Raggi: «Vada a casa»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità