Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°15° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità martedì 06 gennaio 2015 ore 17:59

La cavalcata dei Magi

Centinaia di persone hanno assistito al corteo dell'Epifania al quale hanno partecipato anche le comunità etniche nei loro costumi tradizionali



FIRENZE — La cavalcata dei Magi si ispira a un’antica e gloriosa tradizione fiorentina del Seicento quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi organizzava un fastoso corteo detto “Festa de’ Magi”. Della compagnia fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici e per questo, quando furono cacciati da Firenze nel 1494, la sfilata fu soppressa. In seguito la Cavalcata dei Magi subì varie trasformazioni, perdendo progressivamente il suo carattere religioso fino a estinguersi.

Recuperata dall’Opera di Santa Maria del Fiore in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni dalla posa della prima pietra della cattedrale di Santa Maria del Fiore e della fondazione dell’Opera stessa, la manifestazione, giunta alla 19ma edizione dell'epoca moderna, è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Firenze e la partecipazione dei Comuni della provincia.

Il solenne corteo, composto da circa 700 figuranti, con in testa i Re Magi a cavallo in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, è partito da piazza Pitti. Per il quarto anno consecutivo, hanno sfilato con i loro abiti tradizionali anche i rappresentanti di alcune comunità etniche presenti a Firenze.

La “Cavalcata dei Magi” originariamente si teneva con periodicità triennale e dal 1447 ogni cinque anni.



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca