Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 11 dicembre 2019

Attualità giovedì 11 dicembre 2014 ore 11:30

Droga, il boss era una donna

Servizio di Serena Margheri

Sgominata una banda che operava tra Marocco, Italia, Olanda e Spagna. Quattro arresti, quindici indagati, perquisizioni in tutta la Regione



FIRENZE — Karima la "bionda" 30enne marocchina e madre di due bambini di 2 e 5 anni era a capo della banda dello spaccio che aveva stabilito la loro base operativa a Signa, in provincia di Firenze, e a Santa Croce sull'Arno, in provincia di Pisa. Karima Zoubir è stata arrestata nella sua abitazione insieme al marito dalla squadra mobile di Firenze. I due bambini sono stati affidati ad un parente.

La droga arrivava dall'estero: la cocaina dall'Olanda, anche nascosta in camion di patate, dal Marocco e dalla Spagna l'hashish, che nel corso dell'indagine ne sono stati sequestrati oltre 50Kg. Sono quindici le persone indagate nell'inchiesta della Dda della procura di Firenze, quattro quelle arrestate e sei ancora latitanti. Tra i reati contestati associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale e alla produzione di sostanze stupefacenti.

E a Signa il gruppo, composto da cittadini marocchini e da un italiano, aveva la base operativa da dove gestiva un traffico internazionale di stupefacenti, soprattutto hashish e cocaina, con diramazioni nel Centro e nel Nord Italia. 

La droga arrivava dall'estero, in particolare dall'Olanda, dal Marocco e dalla Spagna. In un caso sono stati sequestrati 3,2 chilogrammi di cocaina a bordo di un'auto in arrivo dal Brennero. La droga era nascosta in un apposito vano ricavato sotto a un bracciolo, la cui apertura veniva controllata da una scheda con microchip. Nel corso dell'operazione odierna sono stati arrestati in flagranza altri tre cittadini marocchini e sequestrati 750 grammi di cocaina e 17mila euro in contanti. Le perquisizioni sono state eseguite in particolare tra Firenze, Pisa e Prato

Giuseppe Creazzo - dichiarazione


Tag

Renzo Bossi: «I 49 milioni erano sul conto quando papà se ne andò»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità