Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°22° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 14 ottobre 2019

Politica giovedì 25 giugno 2015 ore 10:12

Le nomine in consiglio fanno infuriare il M5S

Giannarelli all'attacco sulla composizione dell'Ufficio di presidenza: "Su 5 posti tra presidente, vicepresidenti e segretari, uno spetta a noi"



FIRENZE — Il Movimento 5 stelle si sente scippato di una nomina che secondo loro gli spetta di diritto. Le indiscrezioni apparse sulla stampa sulla possibile composizione dell'Ufficio di presidenza vedono infatti una spartizione che di fatto tiene fuori i pentastellati.

L'accordo tra Pd e opposizioni avrebbe infatti portato a questa composizione: Eugenio Giani presidente, Lucia De Robertis e Stefano Mugnai vicepresidenti, Antonio Mazzeo e Giovanni Donzelli segretari. 

Rimarrebbe fuori la terza forza in termini di voti presi alle ultime regionali e questo non va giù all'ex candidato governatore Giacomo Giannarelli

"Qualora  il Consiglio Regionale scelga di ignorare la richiesta dei cittadini, espressa nel risultato elettorale, di vedere rappresentato il Movimento 5 Stelle nell'Ufficio di Presidenza quale terza forza politica regionale - ha scritto in una nota Giannarelli -, si creerebbero due gravi discriminazioni. L'Ufficio di Presidenza vedrebbe al suo interno 3 esponenti del Partito Democratico - garanti della parte politica di maggioranza - mentre sarebbero rappresentante, nei ruoli di Vice-presidente e Segretario, forze politiche di minoranza (Forza Italia e Fratelli d'Italia) che i cittadini toscani hanno indicato come minoritarie rispetto al M5S. Inoltre sarebbe violata quella rappresentatività di genere richiesta dal Regolamento che noi invece sosteniamo con la candidatura di Irene Galletti".



Tag

Russia, Berlusconi: «Neanche Salvini ha tolto le sanzioni»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca