Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 20° 
Domani 10°20° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 20 aprile 2019

Politica giovedì 29 giugno 2017 ore 12:00

Santini accusa due esponenti Pd di doppio gioco

A Lucca il candidato sindaco del centrodestra Santini denuncia: "Due esponenti Pd si sono offerti di aiutarmi contro Tambellini". La smentita



LUCCA — Il clima già teso del dopo amministrative si accende ulteriormente dopo una nuova pesante denuncia del candidato a sindaco del centrodestra Remo Santini contro due esponenti del Partito Democratico. Santini è stato sconfitto al ballottaggio dal sindaco uscente del Pd Alessandro Tambellini per 361 voti. E dopo aver annunciato un ricorso al Tar per alcune irregolarità riscontrate in alcuni seggi, ha attaccato due noti esponenti dem. "Ho prove incontrovertibili che due esponenti del Partito Democratico ai quali io non avevo chiesto niente mi hanno avvicinato prima delle elezioni invitandomi a facilitare il voto disgiunto" spiega Santini in una nota.

Santini precisa che si tratta di Lucio Pagliaro, eletto consigliere comunale nella fila del Pd, e dell'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi, vicinissimo al senatore renziano Andrea Marcucci. In particolare "Lucio Pagliaro mi ha invitato a fare incontri con persone per facilitare il voto di preferenza a lui e il voto a me come candidato sindaco - spiega Santini - Naturalmente ho partecipato solo al primo per capire che porcata fosse, dicendo che non sarei stato disponibile a farne altri".

"Remaschi invece mi ha chiamato a pochi giorni dal voto di ballottaggio per annunciarmi che avrebbe aiutato me invece del candidato del suo partito - racconta Santini - Io stupitissimo ho chiesto spiegazioni e lui ha chiuso la telefonata dicendo di fidarmi".

L'assessore Remaschi ha immediatamente rinviato al mittente le accuse di Santini.  "Il mio impegno e la mia correttezza a sostegno di Tambellini non possono essere messi in discussione - è stato il suo commento - Sono felice di aver contribuito alla vittoria del Pd, il mio partito, e del suo candidato sindaco. La ricostruzione fatta da Santini della nostra telefonata è ovviamente falsa. E' triste veder strumentalizzare in modo indecoroso una relazione personale che dovrebbe andare oltre le diverse appartenenze politiche".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca