Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°23° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 23 luglio 2018

Politica martedì 17 maggio 2016 ore 17:52

Paese nel caos per colpa della posta

Bollette scadute e occasioni perdute hanno mosso i consiglieri di centrodestra a presentare un'interrogazione in consiglio regionale



CASTIGLIONE DELLA PESCAIA — Bollette e lettere a rilento in quel di Castiglion della Pescaia. I cittadini lamentano di ricevere la loro posta con settimane di ritardo e di ritrovarsi, spesso, ad avere per le mani bollettini da pagare, ma già scaduti. Tra chi teme che gli stacchino la luce e chi lamenta di essersi visto sfuggire di sotto al naso l’offerta promozionale della vita si inseriscono, anche su sollecitazione del candidato sindaco di centrodestra a Castiglione Michele Giannone, i capigruppo in consiglio regionale di Forza Italia Stefano Mugnai, Lega Nord Manuel Vescovi e Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli.

I tre tenori del centrodestra toscano le cantano chiare alla giunta regionale e hanno depositato un'interrogazione in cui invitano la Regione a intervenire. Seppur il Tar abbia disposto che i piccoli uffici postali di zona non vengano chiusi, il servizio a Castiglione della Pescai non è dei migliori. Il problema, però, sembrerebbe che sia a monte: la posta viene smistata nell'ufficio postale di Grosseto

Per questo oggi in Regione è stato domandato all’organo di governo regionale "se sia a conoscenza di questa problematica e di quanto sta succedendo a Castiglione della Pescaia" e "come ritengano utile intervenire per tutelare la popolazione di Castiglione dai disservizi postali".



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Cronaca