Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 24 febbraio 2020

Attualità mercoledì 26 agosto 2015 ore 12:57

Maltempo, l'emergenza è finita, il lavoro no

Le acque dell'Ombrone si stanno ritirando mentre sulle spiagge rimangono cataste di legname. Ancora ko la ferrovia Grosseto-Siena



GROSSETO — In Maremma si tira un sospiro di sollievo: anche se la battigie sono ancora disastrate dai quintali di legna che si è spiaggiata lungo chilometri di arenile tra Marina di Grosseto e Principina

I vigili del fuoco intanto hanno verificato che non era necessario un loro intervento per consentire a una ventina di persone di lasciare un agriturismo nel quale erano ospiti: erano rimasti bloccati lì, a causa della piena dell’Ombrone

Flussi idirici - La piena del fiume ha temporaneamente danneggiato il funzionamento degli impianti di pompaggio che contribuiscono all'alimentazione dei serbatoi a servizio di Grosseto, Marina di Grosseto e Principina, facendone abbassare il livello. Gli impianti sono stati riattivati, ma mercoledì 26 agosto potrebbero verificarsi basse pressioni del flusso idrico in particolare per le utenze situate ai piani alti degli edifici nella città di Grosseto e a quelle di Marina di Grosseto e Principina.

Acquedotto del Fiora invita i cittadini a limitare quanto più possibile i consumi, così da garantire un più rapido ripristino delle regolari condizioni di erogazione.

Chi è stato sommerso dal fango – nei poderi di Monte Antico, per esempio – dovrà lavorare ancora molto per eliminare le tracce di quanto accaduto nella notte tra il 24 e il 25 agosto quando magazzini, cantine, taverne, fienili sono stati invasi da acqua e fango: il micidiale mix ha raggiunto il metro e mezzo di altezza da terra in alcue case coloniche di Monte Antico. Nelle campagne tra Paganico e Monte Antico si lavoro a pieno regime per consentire il ripristino della viabilità secondaria – la strada che porta alla stazione di Monte Antico, per esempio – fondamentale per raggiungere quei luoghi. 

Ancora ko la ferrovia Grosseto-Siena, per smottamenti alla massicciata sui cui poggiano i binari soprattutto nel tratto Monte Antico-Buonconvento.



Tag

Coronavirus, questo è il momento della razionalità e della responsabilità

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica