FIRENZE
Oggi 19°26° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 29 luglio 2016

Attualità sabato 20 febbraio 2016 ore 17:21

Brunello, la vendemmia 2015 è da "cinque stelle"

L'estate calda e un settembre mite e secco hanno contributo ad una maturazione perfetta delle uve. Risultato: un'annata di altissima qualità

MONTALCINO — Un'annata d'eccellenza come non se ne vedevano da alcuni anni: non hanno usato mezzi termini i tecnici ed esperti enologi che oggi alla manifestazione "Benvenuto Brunello", hanno assegnato all'unanimità le "cinque stelle" all'annata 2015, che cade proprio nel 50ennale dall'assegnazione al Brunello di Montalcino del marchio DOC.

Un risultato che è frutto, oltre che della tecnica enologica, di una felice coincidenza tra variabili meteo ed indici agroclimatici nel corso dell'estate: "Un andamento termico - è stato spiegato - superiore alle medie e precipitazioni inferiori, con alcune ondate di calore. Il periodo della vendemmia ha visto invece temperature leggermente al di sotto delle medie e assenza di precipitazioni". 

"Il 2015 sarà un'annata che ci ricorderemo non solo per questa vendemmia straordinaria -ha commentato il presidente del Consorzio del Brunello Fabrizio Bindocci - ma anche per l'andamento delle vendite, che ha superato ogni nostra aspettativa" . 

I dati sono eloquenti: a dicembre 2015 l'imbottigliato ha registrato un +20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il giro d'affari dell'intero settore vitivinicolo a Montalcino nel 2015 è aumentato di oltre il 10% annuo, passando dai 168 milioni di euro nel 2014 asd oltre 187 milioni di euro, grazie principalmente all'aumento delle vendite di Brunello: 14.620.000 bottiglie immesse sul mercato (+11%) suddivise in: 9.800.000 di Brunello (+17%), 4.500.000 di Rosso, 300.000 di Sant'Antimo e 20.000 di Moscadello.

A lanciare segnali incoraggianti è in particolare l'export sui mercati esteri. Un dato che si attesta al 70% della produzione totale (il 67,5% l'anno scorso) del Brunello, trainato dagli Usa, con oltre il 30%, seguiti da Europa al 20% e i mercati asiatici al 15%

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca