Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°21° 
Domani 18°24° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 23 agosto 2019

Attualità lunedì 23 marzo 2015 ore 17:35

Nascosti: "Disoccupazione ai massimi storici"

Nicola Nascosti - video

Il consigliere regionale di FI lancia l'allarme sullo stato dell'occupazione. Nell'ultimo anno sono aumentate del 5,6% le persone in cerca di lavoro



FIRENZE — La disoccupazione in Toscana è a quota 10,97%, mentre era 8,99% nel 2013, e sono aumentate del 5,65% le persone in cerca di lavoro tra il 2013 e il 2014. Questi sono i dati evidenzianti dal consigliere regionale di Forza Italia Nicola Nascosti, dati allarmanti.

"Secondo le previsioni del Rapporto Irpet 2015 sull'economia toscana il 2015 dovrebbe essere l'anno della definitiva uscita dalla crisi con una crescita stimata nell'1,1%. Ma al momento - ha spiegato - quello che sappiamo sono i dati forniti da Istat relativi alla disoccupazione totale in Toscana nel quarto trimestre del 2014 (ottobre-dicembre 2014) che ha raggiunto la quota totale di 10,97%, di cui 9,8% fra i maschi e 12,3% fra le femmine."

Quanto alle province le percentuali a Massa Carrara la percentuale di disoccupazione è del 16,4%, a Lucca 17,4%, a Pistoia 13,3%, a Firenze 7,7%, a Prato 9,4%, a Livorno 8,8%, a Pisa 8,3%, a Arezzo 9,3%, a Siena 8,9% e a Grosseto 7,9%. 

Per Nascosti, che ha citato come fonti dei dati Istat, Osservatorio Regionale Mercato del lavoro Regione Toscana e Banca d'Italia, "la disoccupazione è ai massimi storici ci sarebbe bisogno di una politica attenta alle piccole e medie imprese, una semplificazione, una politica attenta anche all'erogazione del credito, e anche, vuol essere una provocazione la mia, l'azzeramento del Pit, perché ha una diretta influenza su tutte le attività produttive".

"Una situazione tutt'altro che rosea, quindi. Nel 2010 avevamo un tasso di richiesta di ore occupate pari alla metà di ora. Oggi la richiesta di ore di cassa integrazione è più che raddoppiata. Questo vuol dire - ha concluso Nascosti - che anche i provvedimenti spot del Governo della Regione, che seppur fatti bene, come Giovani Sì, l'apprendistato, servono solo per alleviare una situazione, ma non per invertire il trend e non hanno influito sulla dinamica economica complessiva, che purtroppo è negativa ed ha fatto inoltre molto poco per il settore delle piccole e medie imprese che è quello che sta soffrendo di più"



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca