Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°24° 
Domani 10°22° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 20 settembre 2019

Attualità martedì 04 novembre 2014 ore 18:07

Passante Alta Velocità, i costi esplodono

Tiziano Cardosi - dichiarazione

Allarme del Comitato no Tunnel Tav di Firenze che, analizzando il bilancio 2013 di Nodavia, ha scoperto che i costi sono già lievitati del 500%



FIRENZE — I costi per il sottoattraversamento sarebbero cresciuti del 500% e le riserve, cioè i costi dei lavori già eseguiti, sarebbero passate da 120 a 528 milioni di euro. L'allarme lo lancia il comitato No Tunnel Tav di Firenze che ha analizzato il bilancio Nodavia 2013, la società che a suo tempo di aggiudicò la gara per costruire il sottosttraversamento ferroviario di Firenze e la nuova stazione Av sotterranea.

Tiziano Cardosi, membro del comitato No tunnel Tav, spiega che "nella relazione di gestione emerge che Nodavia chiederebbe costi superiori per i lavori già eseguiti, ovvero le cosidette riserve, con un aumento del 500% rispetto alle previsioni iniziali".

Questo aumento, continua Cardosi, "sarebbe collegato al fatto che, all'inizio delle indagini della Procura di Firenze, Nodavia avrebbe ripetutamente chiesto la sospensione totale dei lavori al committente, Rfi; invece Italferr avrebbe spinto per la prosecuzione dei lavori che erano bloccati da sequestri o dalla mancanza di autorizzazioni".

Quindi l'aumento vertiginoso dei costi, sottolineano i membri del comitato No Tunnel Tav, sarebbe da imputare al continuo rallentamento dei cantieri e alla impossibilità di smaltire le terre di scavo. 

Il Comitato no Tunnel Tav ha annunciato di voler presentare un esposto alla Corte dei conti.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca