Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°18° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità domenica 18 gennaio 2015 ore 09:17

Piove e il Carrione sfonda di nuovo

Durante un temporale l'acqua e il fango hanno invaso un laboratorio di marmo e una segheria già alluvionati nel novembre scorso. Polemiche sui lavori



CARRARA — L'argine del torrente ha di nuovo parzialmente ceduto proprio nello stesso tratto crollato il 5  novembre provocando un'alluvione devastante, con oltre 100 milioni di euro di danni. 

Sul posto  sono intervenuti vigili del fuoco e vigili urbani. 

Secondo i primi riscontri, il direttore dei lavori per la messa in sicurezza dell'argine crollato avrebbe dichiarato ai due imprenditori che hanno subito nuovi danni che alcuni interventi non sarebbero stati effettuati perché l'argine è sotto sequestro.

La procura ha però smentito categoricamente di aver dato disposizione di non toccare l'argine: "Siamo disposti ad autorizzare qualunque opera che consenta la messa in sicurezza" ha dichiarato il procuratore capo Aldo Giubilaro.

L'argine crollato il 5 novembre era stato costruito soltanto otto anni prima in modo difforme dal progetto. Nell'inchiesta aperta dalla magistratura ci sono due persone indagate.



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca