Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°22° 
Domani 19°30° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 18 agosto 2018

Attualità sabato 26 novembre 2016 ore 08:57

Il rimpallo sul ponte di Caprona

I Comuni di Cascina e Vicopisano ai ferri corti mentre il ponte che attraversa l'Arno necessiterebbe di interventi di messa in sicurezza



CASCINA — Come ben dimostrano le immagini ( vedi fotogallery ) le situazioni sulle quali mettere mano ci sono. Due anni fa i lavori sembravano imminenti, salvo poi essere rinviati perchè si parlò di una chiusura totale al traffico per alcuni mesi e residenti e commercianti andarono sulle barricate.

L'arteria sul quale il ponte insiste, connette infatti tutto il traffico che arriva dalla Tosco Romagnola a Cascina con la zona del lungomonte ( Calci, Vicopisano ) in direzione Pisa o Pontedera e viceversa. E' dunque una strada fondamentale soprattutto per i pendolari.

Ma nel frattempo cosa è successo? Secondo la ricostruzione della consigliera comunale leghista di Vicopisano Marrica Giobbi, che sul'argomento aveva già presentato una interrogazione lo scorso 29 aprile, furono i comuni a stoppare il progetto alcuni mesi fa di fronte al malumore della popolazione e ora "L'assessore Taccola di Vicopisano accusa Susanna Ceccardi, allora consigliera di opposizione a Cascina di avere appoggiato le proteste e dunque di avere contribuito alla mancata ristrutturazione".

"In realtà - spiega sempre la Giobbi - mancano anche i cartelli che dovrebbero segnalare il divieto di transito ai mezzi superiori a trenta tonnellate e vorrei sapere se negli ultimi sei mesi è stato elaborato un nuovo progetto e quali sono stati gli sviluppi della situazione".

La questione è infatti complicata. Di fatto i lavori spetterebbero alla Provincia di Pisa, che aveva a disposizione 1 milione e 250mila euro, cifra poi in parte destinata anche alla manutenzione di un altro ponte sull'Arno, quello di Lugnano. 

Ma, visti i passaggi di competenze dell'ente alla Regione, la situazione resta in stand by e "Per partire - spiega Marrica Giobbi - occorre completare l'iter della progettazione esecutiva e indire un bando di gara. Ma non si sa chi dovrà farlo".

Il ponte è comunque costantemente sorvegliato e vengono effettuate ispezioni dalla Provincia per monitorare l’avanzamento del degrado. Il sindaco di Vicopisano Taglioli già a suo tempo aveva dichiarato in consiglio comunale:"Mi hanno garantito che non ci sono grossi problemi da un punto di vista strutturale e non ricorrono pericoli imminenti per cui il ponte è transitabile."

In ogni modo, in caso di piena dell'Arno, come accadde alcuni anni fa, quello di Caprona è il primo ponte che viene chiuso e l’ultimo che si riapre una volta passata. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca