Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -4°8° 
Domani -7°6° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 dicembre 2018

Politica sabato 01 settembre 2018 ore 16:00

La Liberazione è una, le commemorazioni due

Amministrazione leghista la mattina, Anpi e presidente della Regione nel pomeriggio, martedì per ricordare la Liberazione di Cascina dal nazifascismo



CASCINA — Come già l'anno scorso, le celebrazioni della Liberazione di Cascina vivranno di due momenti ben distinti, martedì 4 settembre. Alla mattina la cerimonia organizzata dall'amministrazione comunale guidata dalla sindaca leghista Susanna Ceccardi. Al pomeriggio quella promossa dall'Anpi, alla quale parteciperà anche il governatore della Toscana Enrico Rossi. 

Nel 2017 le due cerimonie ebbero una genesi ben precisa, con Anpi e amministratori di sinistra critici con l'amministrazione cascinese perché alla manifestazione aveva invitato un gruppo di rievocazione storica militare in abiti nazisti. Quest'anno, tuttavia, le motivazioni sono difficili da capire, tenendo anche presente che a Pisa, la cui amministrazione è stata da poco conquistata dalla Lega, il presidente locale dell'Anpi, Bruno Possenti, sarà al fianco del sindaco Michele Conti per le celebrazioni.

Fatto sta che martedì prossimo, 4 settembre, il Comune di Cascina celebrerà il 74esimo anniversario della Liberazione della città alle 10, con il raduno delle autorità e delle associazioni combattentistiche di fronte al municipio. Quindi sarà composto il corteo che si recherà in piazza dei Caduti, per la deposizione di una corona di alloro al monumento seguita dall'intervento delle autorità presenti (non specificate quali).

Nel pomeriggio stessa commemorazione, altri protagonisti. Inizio alle 17,30 sempre in piazza dei Caduti. Dopo i saluti del Presidente provinciale Anpi Bruno Possenti e del Presidente nazionale della Confederazione delle Associazioni combattentistiche e partigiane Claudio Betti, interverranno il Presidente della Giunta regionale Enrico Rossi ed i Sindaci delle città martiri di Fivizzano, Marzabotto, Stazzema. Concluderà la Presidente nazionale Anpi Carla Nespolo.

"Il Comitato provinciale Anpi e le Sezioni di territoriali di Cascina e Navacchio - ha scritto Possenti - promuovono la commemorazione dell'evento per tenere vivo il ricordo di cosa è stato il fascismo, per onorare la memoria di quanti caddero per liberare l'Italia dalla dittatura e dalla occupazione tedesca, per affermare e difendere i valori della nostra Costituzione, per fare di questa ricorrenza una occasione di 'memoria attiva', cioè di riflessione collettiva e di impegno perché il passato non ritorni".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca