Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°24° 
Domani 10°22° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 20 settembre 2019

Cronaca mercoledì 02 agosto 2017 ore 06:36

Donna strappata alla morte dopo un malore in acqua

Salvataggio ai limiti dell'impossibile a Calambrone. Un poliziotto livornese ha fatto un massaggio cardiaco rianimando una donna che sembrava morta



PISA — Una anziana ha accusato un malore in mare; un poliziotto, altri bagnanti, una infermiera e due bagnini si sono trasformati in eroi e la salvano.

Il ruolo di primo piano spetta però a Andrea Cellai, assistente capo nella squadra volanti di Livorno. 

Stava camminando sulla spiaggia e, richiamato da Sandro Filippi, che ha dato l'allarme, hanno tirato fuori la donna dall'acqua mentre galleggiava a pancia in su adagiandola sulla battigia dello stabilimento balneare Salinas, accanto alla spiaggia Arci a Calambrone dove la donna era al mare.

Cellai ha cominciato il massaggio cardiaco, imparato proprio nel corso di rianimazione di base della polizia e l'anziana miracolosamente ha cominciato a buttare fuori acqua. Intanto due bagnini, Jessie Fabbozzo e Lorenzo Biagi, hanno fatto un cordone di sicurezza per tenere lontano le persone.

Ma ci sono altre eroi per caso in questa storia:

Una infermiera di Torino, accorsa sul posto, Roberta Terreni, che ha controllato il polso e dato indicazioni utili, mentre Maurizio Quercioli, vigile del fuoco e Fulvio Palazzoli, hanno praticato anche loro massaggio cardiaco e respirazione bocca a bocca, con l'ausilio del pallone di ventilazione ambu, fino a quando la donna non si è ripresa.

Sul posto è arrivata poi l'ambulanza che ha trasportato l'anziana in ospedale. Le sue condizioni sono gravi ma è vigile, grazie a chi l'ha strappata alla morte rianimandola sul posto.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca