Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 11°12° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 18 ottobre 2018

Cronaca martedì 17 aprile 2018 ore 12:20

Baby squillo violentate e costrette a prostituirsi

I carabinieri hanno sottoposto a fermo tre persone tutte nigeriane per i reati di sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale



PRATO — Riti voodoo, violenze sessuali di gruppo e prostituzione. Vittime di questo incubo una decina di giovani nigeriane, alcune minorenni, costrette a prostituirsi. E' quanto avrebbero scoperto i carabinieri di Prato che hanno sottoposto a fermo tre persone, due sorelle di 34 e 40 anni, e il marito della maggiore delle donne, 49, tutti nigeriani. 

Teatro delle violenze un'abitazione alla periferia di Prato. Tratta di esseri umani, sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale tra i reati contestati. Da quanto emerso, le ragazze venivano mandate a Prato dalle loro famiglie: costo del viaggio dalla Nigeria 30mila euro che le giovani avrebbero poi dovuto ripagare prostituendosi. 

Pare che molte delle famiglie, sembra anche condizionate per pratiche legate al voodoo, fossero a conoscenza della sorte delle loro figlie. 

Le indagini, coordinate dal pm della Dda di Firenze Angela Pietrojusti, sono scattate tre mesi fa, dopo che una delle giovani vittime sarebbe riuscita a fuggire.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca