Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°32° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 21 luglio 2019

Attualità martedì 09 dicembre 2014 ore 11:27

Prete condannato per le parole dette nella predica

La sentenza del giudice di pace di Grosseto: durante un funerale il sacerdote aveva acusato l'ex marito della defunta di averla "abbandonata"



BRACCAGNI (GR) — Era il 28 ottobre del 2008. E don Luigi Corsi, allora parroco di Braccagni (frazione di Grosseto), celebrando il funerale di una donna disse durante l'omelia che "nel momento della malattia, il marito che le aveva giurato amore eterno anche in malattia, l’ha abbandonata". 

Parole che al'uomo, Luigi De Donatis, e a suo figlio Andrea non sono andate giù. Al punto che i due hanno sporto querela e portato il prete di fronte al giudice di pace. Il quale, secondo la notizia riportata questa mattina da il Tirreno, ha dato loro ragione, condannando don Luigi a 300 euro di ammenda, 500 di risarcimento danni e 1.100 di spese legali di parte civile.

Il prete, che ha lasciato la parrocchia di Braccagni 4 anni fa per sopraggiunti limiti di età, ha presentato appello sostenendo di "aver semplicemente letto un brano del Vangelo e provato ad interpretarlo". L'udienza davanti al giudice monocratico del Tribunale di Grosseto è fissata per giovedì 11 dicembre.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Spettacoli

Cronaca

Attualità