Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°19° 
Domani 16°25° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 16 luglio 2019

Attualità mercoledì 18 novembre 2015 ore 17:34

Ritorna la scuola per giovani contadini

La nuova edizione presentata dagli assessori Grieco e Remaschi sarà dedicata al lavoro in vigna. Ed è boom di domande per diventare agricoltori



FIRENZE — Sono Marco Marchi, 19 anni, e Federico Sabatini, 17, i due testimonial della seconda edizione della scuola per giovani contadini. Due ragazzi che hanno fatto del legame con la terra una passione e sono pronti a trasmetterla agli altri. 

La scuola per giovani contadini è un'iniziativa organizzata solo in Toscana da 5 comuni del Chianti fiorentino (Bagno a Ripoli, Barberino Val d'Elsa, Greve, San Casciano e Tavarnelle), dalla Regione Toscana, dalla fattoria Montepaldi (Università di Firenze) e dall'agenzia formativa Chiantiform.

A presentarla sono stati due assessori regionali, Cristina Grieco, con delega a istruzione e formazione, e Marco Remaschi con delega all'agricoltura, e i sindaci di San Casciano, Massimiliano Pescini, di Greve, Marco Sottani e di Tavarnelle, Davide Baroncelli, oltre a Franco Agnoletti, presidente di Chiantiform e al rappresentante dell'azienda di Montepaldi.

"Quello che ci piace di più di questa scuola - hanno raccontato i ragazzi - è che metà del tempo è dedicato alla teoria, ma l'altra metà si svolge direttamente sul campo. Questo ci permette di apprendere meglio le cose, perché non restano solo teoria, ma possiamo metterle subito in pratica".

"Siamo felici - ha aggiunto l'assessore Grieco - di dare il via alla seconda annualità di questo bel progetto, che rappresenta un esempio di recupero della dispersione scolastica, in un settore di punta per la regione Toscana come l'agricoltura e la viticoltura in particolare. La lotta alla dispersione scolastica è uno dei cardini dell'azione politica della Regione Toscana in questa legislatura e noi siamo particolarmente orgogliosi di valorizzare in questo modo il settore dell'agricoltura".

Remaschi dal canto ha annunciato che al 16 novembre, giorno di chiusura del bando per beneficiare dei 40 milioni di euro di finanziamenti per avviare un'impresa agricola, messi a disposizione dei giovani attraverso il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, sono arrivate 1700 richieste.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca