Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°21° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 18 ottobre 2019

Politica martedì 20 agosto 2019 ore 16:30

"L'esperienza di governo finisce qui"

Il premier Giuseppe Conte ha comunicato in Senato la decisione di rassegnare le dimissioni al presidente della Repubblica



ROMA — Giuseppe Conte ha comunicato al Senato la sua decisione di lasciare l'incarico di presidente del Consiglio. Accanto a lui i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, a cui più volte il premier dimissionario si è rivolto, attribuendogli la responsabilità di aver aperto la crisi. 

"Il governo qui si arresta. C'è gran bisogno di politica con la P maiuscola", ha detto Conte, arrivato a Palazzo Chigi il 1 giugno 2018 dopo aver lasciato l'incarico di docente universitario a Firenze. Un discorso molto duro, quello di Conte, nel quale più volte è emersa l'anima del giurista.

"Questo governo era nato per intercettare le volontà di cambio di passo espresse dai cittadini che ora viene bruscamente interrotto", ha detto esprimendo la propria preoccupazione per "i tempi di questa decisione" che, arrivando in pieno agosto, comportano "il rischio di ritrovarsi in esercizio finanziario provvisiorio è altamente probabile". 

Nel discorso, più volte interrotto da applausi e contestazioni, Conte non ha risparmiato frecciate: "Far votare i cittadini è democrazia, farli votare ogni anno è irresponsabile". Poi rivolgendosi agli "amici della Lega": "E' difficile conciliare la mozione di sfiducia e la permanenza in carica dei ministri.  Avete macchiato 14 mesi di intensa attività di governo". 

E a Salvini: "Caro Matteo, ti sei assunto una grande responsabilità, hai chiesto pieni poteri e hai invocato le piazze a tuo sostegno. Questa tua concezione, permettimi di dirtelo mi preoccupa". 

Come da prassi, il presidente del Consiglio dimissionario dopo la discussione in Senato, salirà al Quirinale per rimettere il mandato nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.



Tag

Richard Gere a «Piazzapulita»: «Salvini vorrebbe che portassi i migranti a Hollywood? Se avessi un aereo privato, lo farei»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità