Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°18° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 23 settembre 2019

Cronaca lunedì 18 settembre 2017 ore 14:55

Stupro, l'appuntato parla, il collega tace

Soltanto il più anziano dei due carabinieri accusati di violenza sessuale da due americane ha risposto alle domande della procura militare



ROMA — La procura militare ha convocato per un interrogatorio entrambi i carabinieri accusati di aver stuprato due studentesse statunitensi durante un turno di servizio. Mentre l'inchiesta penale sulla violenza sessuale prosegue, a livello militare i due carabinieri sono accusati di violata consegna (ovvero di non aver obbedito all'ordine di servizio) e di peculato militare. Ma di fronte alla sostituta procuratrice Antonella Masala soltanto il più anziano dei due, l'appuntamento Marco Camuffo, ha risposto alle domande. Il carabiniere scetlo Pietro Costa si è invece avvalso della facoltà di non rispondere.

La procura militare ha già sentito alcuni testimoni e altri ne sentirà nelle prossime settimane, comprese le due vittime. I due carabinieri hanno ammesso di aver avuto rapporti sessuali con le due ragazze americane ma, stando alla loro versione, erano entrambe consenzienti.



Tag

«Grazie al mio staff perché non è facile sopportarmi...», e Meloni scoppia a ridere

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca