FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 28 febbraio 2017

Attualità giovedì 12 febbraio 2015 ore 17:16

Cementificio Sacci, un futuro nelle grandi opere

Manifestazione davanti alla Regione degli operai del cementificio di Testi, da 2 anni in Cig. Rossi promette: "Chiederò un incontro alla proprietà"

FIRENZE — Nel corso del presidio i lavoratori del cementificio di Testi, frazione di Greve in Chianti, hanno incontrato i rappresentanti della Regione, chiedendo chiarezza sul futuro e le prospettive dell'azienda che impiega più di 100 persone, da due anni in cassa integrazione. Attualmente nella fabbrica lavorano 15 persone, coprendo i turni a rotazione.

"Abbiamo chiesto alla Regione anche di valutare l'uso del cemento toscano nelle grandi opere che sono già partite e che partiranno nei prossimi mesi - hanno dichiarato Stefano Tesi della Filca-Cisl, Marco Benati della Fillea-Cgil e Ernesto D'Anna di Feneal Uil dopo l'incontro - Il mancato utilizzo del cemento prodotto in Toscana è una perdita troppo grande  e ingiustificata".

Il governatore Rossi si è impegnato a chiedere velocemente un incontro con la proprietà del cementificio e, subito dopo, di attivare un tavolo con i sindacati e con i sindaci del Chainti per valutare le risposte ricevute dall'azienda.

Andrea Manetti - dichiarazione
Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità