Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 11 dicembre 2019

Cultura martedì 01 settembre 2015 ore 15:20

Sfida tra arcieri al Palio di Pescia

Il 6 settembre si chiude una delle rievocazioni storiche più interessanti della Toscana. E sabato verrà eletta la Miss medievale più bella della città



FIRENZE — Dopo il Calcio storico fiorentino, la Giostra del Saracino di Arezzo e il Palio di Siena, ecco un'altra festa tradizionale tanto cara ai toscani. Il Palio di Pescia è l'unica rievocazione storica che mette al centro non il ca vallo o la forza bruta dell'uomo, ma l'abilità nello scoccare una freccia.

Per questo la trentottesima edizione del palio, che affonda le sue radici nel lontano 1339, è stata presentata a Palazzo Panciatichi sede del Consiglio regionale, direttamente dal presidente Eugenio Giani e dal sindaco di Pescia, Oreste Giurlani.

Un tuffo nel passato avvolto anche dall'incanto delle Madonne fiorentine, con elezione della Miss il sabato prima del Palio, previsto per domenica 6 settembre, con il Torneo degli Arcieri dei quattro rioni cittadini, vera e propria sfida all'ultima freccia.

“Tutti a Pescia nel fine settimana - è l'invito arrivato dal presidente Giani - per esaltare la toscanità nei suoi valori storici e immateriali. L’arte della freccia ricorda la difesa dei comuni nel Medioevo”.

“Un Palio come quello di Pescia - ha aggiunto Giurlani - che cresce e si rinnova ogni anno è possibile grazie alla partecipazione di tutti, al volontariato, ai giovani, ai rioni”.

Alla presentazione ha partecipato anche il consigliere regionale Marco Niccolai

 

GIANI SU PALIO DI PESCIA


Tag

Natale nel mondo: le città si preparano a celebrare la festa

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità