Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°17° 
Domani 23° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 21 aprile 2018

Attualità domenica 08 gennaio 2017 ore 07:30

​Consigli provinciali, è l'ora delle urne

Domenica di voto per i sindaci e i consiglieri comunali chiamati a rinnovare gli organismi a Grosseto, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato e Siena



TOSCANA — Sono in tutto 38 i Consigli provinciali interessati dal voto di oggi. Si tratta della tornata più consistente tra quelle per il rinnovo degli organismi nelle Province delle Regioni a Statuto ordinario. Si tratta di elezioni di secondo livello: i cittadini, cioè, non sono chiamati direttamente ai seggi, mentre a votare sono i sindaci e i consiglieri comunali che da essi eletti.

Oggi, in Toscana, si vota a Grosseto, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato e Siena.

A conti fatti, le elezioni già svolte e quelle che si terranno tra oggi e la fine di gennaio, coinvolgeranno, per il voto nelle 71 Province per un totale di 61.127 elettori.

Secondo quanto stabilito dalla riforma compongono gli organi delle nuove Province: il presidente, che è un sindaco eletto dai sindaci e dai consiglieri dei Comuni della Provincia e resta incarica 4 anni; il Consiglio provinciale, composto da sindaci e consiglieri comunali, eletti da sindaci e consiglieri dei Comuni della Provincia e resta in carica 2 anni; l'assemblea dei sindaci, organo in cui siedono tutti i sindaci dei Comuni della Provincia.

Il numero dei consiglieri provinciali varia a seconda della fascia della popolazione della Provincia, da un minimo di dieci a un massimo di sedici. È eletto presidente della Provincia il sindaco che consegue il maggior numero dei voti ''ponderati'', il voto di ciascun elettore è infatti armonizzato in modo che sia proporzionale al numero di cittadini che il consigliere comunale e il sindaco rappresentano all'interno dell'intero corpo elettorale della Provincia, in base alla popolazione residente nel Comune di appartenenza. In caso di parità è eletto il candidato più giovane. 

Per l'elezione del Consiglio provinciale oltre al meccanismo del voto ponderato è previsto un voto di lista, con la possibilità all'elettore di esprimere un voto di preferenza per uno dei candidati compreso nella lista. Le operazioni di scrutinio inizieranno alla chiusura deiseggi, o al più tardi, il giorno dopo. Il giorno successivo a ogni elezione saranno proclamati i nuovi presidenti di Provincia e i nuovi consiglieri provinciali eletti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro