Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 1° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 13 dicembre 2019

Attualità giovedì 07 gennaio 2016 ore 14:26

Valorizzare strade e palazzi cambiandogli nome

E' l'obiettivo della Consulta per la denominazione dei beni regionali, voluta da Eugenio Giani e composta da consiglieri ed esperti di toponomastica



FIRENZE — A presiedere questo organismo sarà, per il momento, il numero uno del Consiglio regionale Eugenio Giani che ha già dato il primo compito alla neonata Consulta: proporre la modifica del nome del palazzo che ospita il parlamento della Toscana.

Un doppio palazzo per la verità, visto che la sede del Consiglio regionale è parte in palazzo Panciatichi, parte nell'adiacente palazzo Covoni-Capponi. Il presidente Eugenio Giani ha deciso di cambiare nome e chiamarlo palazzo del Pegaso.

Ma i compiti della commissione non si limitano a questo. “La Consulta - ha spiegato Giani - incontrerà il dirigente al patrimonio e l’assessore alla salute, per un focus sui beni sanitari, a partire dai nuovi quattro ospedali”.

E poi occhi puntati sui palazzi e le strade di interesse regionale che potrebbero cambiare nome, su suggerimento proprio della Consulta.

"Un modo diverso per dialogare con i cittadini – ha aggiunto Giani – guardando ai simboli della nostra storia e cultura, tanti segni di identità della Toscana che analizzeremo in maniera puntuale”.

Ad affiancare Giani, che resterà in carica fino a che i lavori non saranno avviati p stata chiamato il sindaco di Cortona e rappresentante Anci, Francesca Basanieri. Della commissione fanno inoltre parte i consiglieri regionali Valentina Vadi, Giacomo Bugliani e Jacopo Alberti; il vicesindaco di Sorano e rappresentante dell’Anci Pierandrea Vanni; i tecnici Luciano Artusi, Elena Torretta e Maria Grazia Armanini.



Tag

Si assentava dal posto di lavoro, arrestato il sindaco di Scalea

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro