Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 14 novembre 2019

Attualità giovedì 10 ottobre 2019 ore 18:40

Solo venti persone al funerale di Beppe Bigazzi

Lo chef Paolo Tizzanini, ad esequie avvenute, rivela: “E' stato Beppe a scrivere l’elenco ristretto degli invitati alla sua cerimonia funebre”



TERRANUOVA BRACCIOLINI — “A cerimonia avvenuta vi comunico la perdita di un amico fraterno, un grande uomo in tutti i sensi”. Con queste parole scritte su Facebook è stato proprio il noto chef valdarnese ad annunciare la scomparsa dell’amico Giuseppe Bigazzi. “Ho perso un amico, un fratello, un compagno di scherzi” dice lo chef. Solo venti persone erano presenti nella piccola chiesa romana che ha ospitato la cerimonia funebre. “Beppe non si è mai sentito un vip e aveva espresso la chiara volontà di avere un funerale riservato solo ai parenti e agli amici stretti. Ecco perché abbiamo annunciato la sua scomparsa solo dopo le sue esequie” dice Tizzanini.

Nel 2000, dopo il suo ritiro in pensione, Bigazzi iniziò la sua collaborazione con la trasmissione “La Prova del cuoco” al fianco di Antonella Clerici, durata fino al 2010. Una foto pubblicata sul profilo Facebook dello chef, mostra proprio i sorrisi di Bigazzi, Clerici e Tizzanini, dopo una cena del 1999, durante la quale definirono gli accordi per la partecipazione di Beppe alla trasmissione. La foto è stata scattata da Carlo Raspollini, autore del programma di Rai Uno. Durante quella cena fu deciso anche il nome della trasmissione.

Dopo il ritiro a vita privata, Bigazzi ha trascorso gli ultimi anni nella sua casa romana nel quartiere Eur Torrino. “Scriveva libri e ogni giorno leggeva tutto il Corriere della Sera” racconta l’amico chef. Uniti dalla passione per la buona cucina e l’amore per il territorio valdarnese, Bigazzi e Tizzanini, erano legati da un’amicizia fraterna che non si è mai spenta. “Sono stato a trovarlo giovedì scorso -3 ottobre- e come sempre gli ho portato le eccellenze del nostro territorio che lui amava tanto: fagioli zolfini, pane di Gorgiti e del vino buono” ricorda Tizzanini. Un legame profondo quello tra Bigazzi e le eccellenze gastronomiche e paesaggistiche del Valdarno, tanto da esprimere il desiderio di far spandere le sue ceneri sulle Balze.



Tag

Venezia, le immagini aeree di Pellestrina invasa dall'acqua

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca