Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 21° 
Domani 10°19° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 22 aprile 2019

Attualità martedì 27 marzo 2018 ore 12:25

Il Difensore civico regionale dà ragione al Comune

Il progetto della passerella di Peccioli

Respinta l'istanza di commissariamento dell'amministrazione, presentata dal Comitato Pop in seguito alla bocciatura di un referendum sulla passerella



PECCIOLI — Frecce spuntate nell'arco del Comitato Partecipazione opere pubbliche, che cercando di opporsi al progetto della passerella e della copertura della piazza di Fabbrica, prima si è visto negare la richiesta di una consultazione popolare da parte del consiglio comunale e, adesso, anche l'istanza di commissariamento del Comune di Peccioli. Quest'ultimo diniego è arrivato dal Difensore civico regionale, .

Nel frattempo i lavori per la passerella sono partiti. Pensata per collegare il centro storico con il nuovo centro abitato, sarà costituita da due torri ascensore, così da permettere a pedoni e ciclisti il superamento e l’attraversamento della viabilità carrabile di viale Mazzini, via Cavour e via VIII Marzo fino al parcheggio multipiano.

Respinta la proposta del referendum, perché strumento non previsto dal regolamento comunale, non sono mancate feroci polemiche e diffide di ogni genere e il Comitato ha accusato l’amministrazione di essere antidemocratica, di aver scritto in assoluto la pagina peggiore della sua storia e di aver negato ai cittadini un loro sacrosanto diritto ovvero di potersi pronunciare con il referendum abrogativo. Da qui la richiesta al Difensore civico regionale di commissariare il Comune di Peccioli, poiché ritenuto inadempiente di fronte ad un atto così importante.

Il Difensore civico regionale, Sandro Vannini, con nota del 22 marzo scorso si è pronunciato sulla questione dando piena ragione all’operato dell’amministrazione pecciolese e dichiarando la non sostenibilità della richiesta di commissariamento del Comune.

"Molti cittadini - è stato il commento dell'amministrazione - si ricorderanno sicuramente con quanta veemenza il presidente del comitato promotore del referendum aveva accusato direttamente il Sindaco durante la pubblica assemblea tenutasi il 2 febbraio scorso. Oggi non ci illudiamo che qualcuno si scusi per tali comportamenti, sarebbe già importante che se ne traesse una lezione per una maggiore moderazione in futuro senza ovviamente rinunciare alla giusta e legittima battaglia politica contro l’amministrazione comunale. I lavori per la realizzazione della passerella sono partiti e speriamo che entro la fine dell’anno i nostri concittadini possano godere e usufruire di questo importante collegamento con il centro storico, percorso che in seguito potrà essere lo snodo per raggiungere, con successive infrastrutture, la via provinciale La Fila, gli impianti sportivi e il futuro villaggio scolastico".

In allegato la nota del Difensore civico regionale



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Spettacoli

Cronaca