Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°16° 
Domani 13°22° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 21 settembre 2019

Bollettino Neve mercoledì 21 novembre 2018 ore 14:46

Variante al Pit per l'aeroporto, ok ma solo dal Pd

Via libera al governatore Rossi di dare parere favorevole nella conferenza di servizi per l’ampliamento del Vespucci. Opposizione fuori dall'aula



FIRENZE — Il Consiglio regionale ha approvato con 23 voti favorevoli dei consiglieri Pd alla risoluzione per la variante automatica al Pit che consentirà al presidente della Regione Enrico Rossi di esprimere parere favorevole in sede di conferenza dei servizi al progetto della nuova pista per l'aeroporto Vespucci di Firenze nonostante una "non confomità urbanistica" del masterplan di sviluppo dello scalo 2014-2020.

Hanno votato contro la consigliera Spinelli di Art1-Mdp (lo stesso partito del governatore) con i colleghi di Sì Toscana sinistra e del Movimento 5 Stelle. I rappresentanti di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia hanno invece abbandonato l'aula prima del voto.

"Un risultato ottimo e abbondante" ha commentato il governatore Rossi.

La variante automatica al Pit prevede la diminuzione della superficie del Parco agricolo della Piana di circa nove ettari sui settemila complessivi perché rientrano nel “sedime aeroportuale”. Il parco urbano di Castello invece, perderà circa 18-19 ettari sugli ottanta previsti inizialmente dal Pit perché il verde non trova più applicabilità.

Per quanto riguarda la decisione delle forze poltiiche del centrodestra di abbandonare l'aula ha scatenato molte polemiche, soprattutto da parte del Pd visto che l'ampliamento dell'aeroporto Vespucci è stato per molti anni un cavallo di battaglia di Lega, FdI e Forza Italia.

“Sull’aeroporto ribadisco che si esprimerà il Governo - ha replicato il consigliere della Lega Jacopo Alberti - La Lega è a favore dello sviluppo dell’aeroporto di Firenze ma uno sviluppo che vada di pari passo con quello di Pisa, in un sistema aeroportuale che comprenda anche le altre infrastrutture fondamentali di collegamento”. “Da sempre chi sta all’opposizione vota contro a bilanci e varianti al Piano regolatore, anche se sono bellissimi e meravigliosi - ha detto ancora Alberti - Qui si chiedeva all’opposizione addirittura di avallare un mandato in bianco a Rossi su modifiche urbanistiche e Pit. Uscire dall’aula è stato un modo per dire agli elettori da che parte stiamo, e noi non stiamo né con Rossi né con il Pd. Chi invece ha votato a favore è evidente che sta con la maggioranza maggioranza che ci ha presi in giro con questo atto, che abbiamo visto all’ultimo minuto in commissione. Voglio vedere, nei sette comuni dove il Pd non governa più in Toscana, se qualcuno del Partito Democratico vota a favore del bilancio e delle varianti proposte dalla Lega”.

Da sempre contrari al progetto invece i consiglieri di Sì Toscana a sinistra.

“In fretta e furia la Giunta regionale e il Pd approvano una delibera di modifica al Pit, il Piano d’indirizzo territoriale, per dare mano libera al presidente Rossi in sede di Conferenza dei servizi - hanno dichiarato i consiglieri Tommaso Fattori e Paolo Sarti - Si vuole forzare per dare il semaforo verde alla nuova pista di 2400 metri, modificando la superficie destinata a parco e verde pubblico del piano urbanistico di Castello con la perdita di circa 20 ettari sugli 80 previsti e diminuendo la superficie del Parco agricolo della Piana nell’area più sensibile, senza aver mai fatto un vero studio su costi-benefici e sull’impatto ambientale.  “Da sempre, insieme ai Comuni della Piana che hanno fatto ricorso al Tar e ai tanti cittadini, alle associazioni e ai comitati ambientalisti, sosteniamo che quest’opera rappresenta un enorme spreco di risorse e avrebbe impatti assai negativi sulla qualità della vita degli abitanti della piana - concludono Sarti e Fattori - E’ un’opera costosissima, pericolosa, inquinante e sarebbe oltretutto l’unica al mondo a essere perpendicolare rispetto ai venti prevalenti”.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità