Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°24° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 16 giugno 2019

Cronaca giovedì 23 novembre 2017 ore 15:32

Ludopatico stampava soldi falsi per giocare

Il tribunale di Pisa ha assolto l'uomo di Chiusdino perché ludopatico. Aveva provato a smerciare banconote false in un locale di Larderello



PISA — Un uomo di 31 anni di origini tedesche ma residente a Chiusdino (Siena) è stato assolto dal tribunale di Pisa dal reato di truffa. L'uomo è stato giudicato ludopatico, quindi incapace di intendere e di volere nel momento in cui ha commesso il reato. 

L'uomo, ritenuto un malato del gioco, aveva stampato banconote false per continuare a giocare alle slot machine. Aveva provato a smerciare questi soldi anche in un locale della Valdicecina, a Larderello.

Come riporta oggi La Nazione la procura di Pisa ha accertato la situazione del 31enne con una perizia psichiatrica. L'uomo adesso vive in Baviera con la madre e, a quanto si apprende, è seguito dai servizi sociali per curare la ludopatia.

L'avvocato che lo segue, Andrea Borghini di Firenze, ha spiegato che lo stato di salute del suo assistito è compromesso dalla ludopatia ed è a causa di questa malattia che ha stampato i soldi falsi. Il 31enne, ha riferito ancora l'avvocato, è stato per sette anni in cura al Sert.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità