Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 18 luglio 2019

Cronaca sabato 26 gennaio 2019 ore 16:04

Disastro aereo, arrestato il pilota francese

Fermato l'uomo ai comandi dell'aereo che si è scontrato con l'elicottero pilotato dal toscano Maurizio Scarpelli, morto con altre 6 persone



AOSTA — Disastro aereo colposo aggravato e omicidio colposo plurimo aggravato sono le ipotesi di reato formulate nei confronti del pilota dell'aereo da turismo che ieri si è scontrato con l'elicottero ai cui comandi si trovava Maurizio Scarpelli, 53 anni di Reggello, morto nel disastro insieme ad altre sei persone (vedi articoli correlati). La procura di Aosta ha disposto il fermo dell'uomo che si trova in ospedale. Al momento, infatti, il numero accertato delle vittime dell'incidente aereo avvenuto sul ghiacciaio Rutor, a tremila metri di altitudine, è sette.

Il pilota dell'aereo, francese di 64 anni, si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio che si è svolto in ospedale davanti ai pm e alla presenza del suo avvocato. Per il momento resterà piantonato e, se l'arresto sarà convalidato dal gip, sarà trasferito nel carcere di Brissogne. Il procuratore capo di Aosta Paolo Fortuna, all'uscita dal reparto di rianimazione, ha detto che "il provvedimento è stato preso alla luce degli elementi raccolti da carabinieri e guardia di finanza in sinergia". 

Intanto la Toscana è in lutto per la tragica morte di Maurizio Scarpelli, la cui esperienza era molto apprezzata anche nel servizio regionale antincendi boschivi. Scarpelli aveva lavorato anche lo scorso settembre nelle operazioni di spegnimento dell'incendio che ha devastato i monti pisani. Il cordoglio per la sua scomparsa è stato espresso dal presidente della Regione Enrico Rossi a nome di tutta la giunta. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Cronaca