Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°26° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 25 agosto 2019

Attualità giovedì 02 ottobre 2014 ore 07:06

Galilei e Vespucci promossi in serie A

Il governo ha varato il piano nazionale aeroporti. Fra gli 11 scali strategici anche il 'sistema toscano'. Ma a una condizione: la piena integrazione



ROMA — Ci siamo, è ufficiale: il governo Renzi ha inserito gli aeroporti di Pisa e di Firenze nell'elenco delle infrastrutture considerate strategiche per lo sviluppo dell'Italia e quindi destinatarie, nei prossimi anni, di maggiori investimenti. Gli altri scali sono Malpensa, a Milano, e poi Venezia, Roma Fiumicino, Napoli, Bari, Lamezia, Catania, Palermo, Cagliari e Bologna, allo stato attuale  il concorrente più' temibile proprio per il Vespucci. 

Sono tutti scali 'singoli' ad eccezione del Vespucci e del Galilei, considerati un soggetto unico. E non a caso il mantenimento dello status di 'strategico' è subordinato dal governo Renzi alla ''piena  integrazione societaria e industriale''. 

Proprio a questo obiettivo sta lavorando il socio privato di maggioranza di entrambi gli scali, il gruppo argentino Corporacion America, con una tempistica serrata che porterà a costituire una holding denominata Aeroporti toscani entro gennaio. Il nuovo soggetto gestirà entrambi gli scali (ora affidati ad Adf e Sat) e soprattutto dovrà mettere in atto i relativi piani industriali con tutti i progetti di ampliamento e potenziamento che contengono.

Guarda qui sotto il servizio  con l'intervista in video al presidente di Corporacion America Roberto Naldi

Tutto a posto quindi? Politicamente non è il caso di dirlo: la recente decisione dell'Enac (Ente nazionale di protezione civile) di dare il via libera ad una nuova pista di 2400 metri per Peretola, quindi più lunga rispetto a quanto previsto dagli strumenti urbanistici approvati a luglio dalla Regione, ha alimentato nuove proteste e contrasti fra le istituzioni pisane (che temono che il potenziamento di Firenze finisca per penalizzare Pisa) e il governatore Rossi, da sempre favorevole all'integrazione dei due scali al punto di cedere a Corporacion America la quasi totalità delle quote della Regione in Sat.

Timori fondati oppure guerriglia interna al Partito democratico in vista delle elezioni regionali del 2015? In attesa di scoprirlo, per stasera è annunciata una contestazione contro il presidente Rossi proprio a Pisa, dove il Pd ha organizzato la presentazione del libro di Rossi ''Viaggio in Toscana'' presso il centro Maccarrone (ore 21). Saranno presenti anche anche il coordinatore regionale del Pd Dario Parrini, il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Ivan Ferrucci e il responsabile regionale dell'organizzazione del partito Antonio Mazzeo. La serata si preannuncia animata.

Servizio del 23 settembre 2014


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità