FIRENZE
Oggi 21°32° 
Domani 21°33° 
Un anno fa? Clicca qui
venerdì 29 luglio 2016

Attualità venerdì 08 gennaio 2016 ore 10:30

Perquisite 14 società di Banca Etruria

Blitz delle Fiamme gialle in alcune società con sede in Toscana, Emilia Romagna e Lombardia, riconducibili all'ex presidente della banca Lorenzo Rosi

ROMA — L'obiettivo di queste perquisizioni è quello di acquisire documenti e materiale utili a ricostruire i collegamenti tra le società e la banca.

Si tratta di società che avrebbero ricevuto finanziamenti da parte di Banca Etruria e che sarebbero riconducibili all'ex presidente dell'istituto di credito aretino, Lorenzo Rosi e all'ex consigliere Luciano Nataloni.

I due sono entrambi indagati per omessa comunicazione del conflitto di interessi. In sostanza, secondo l'accusa, avrebbero finanziato aziende loro riconducibili, violando le norme che regolano i conflitti d’interesse nell'erogazione del credito.

Secondo gli investigatori la banca avrebbe concesso a queste società fidi per almeno 15 milioni di euro, e che non sarebbero poi restituiti contribuendo al fallimento dell'istituto.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità