comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°25° 
Domani 18°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 31 maggio 2020
corriere tv
Galli sui nuovi casi in Lombardia: «Non credo siano nuovi contagi, sono contagi vecchi»

Attualità martedì 26 luglio 2016 ore 16:00

Caro testa a pinolo, io in vacanza ci vado

Iacopo Melio, ragazzo disabile di Cerreto Guidi, ha risposto con un post alla recensione che accusa un villaggio vacanza di ospitare troppi disabili



FIRENZE — "Caro testa a pinolo... io in vacanza ci vado": con queste parole comincia il post su Facebook con cui l'ideatore della campagna #vorreiprendereiltreno, Iacopo Melio, disabile di 22 anni, risponde alla recensione negativa apparsa su Tripadvisor dove un anonimo accusa un villaggio turistico di Roseto degli Abruzzi di ospitare in vacanza troppe persone disabili: "Per i miei figli - si legge nella recensione - non è un bello spettacolo vedere dalla mattina alla sera persone che soffrono su una carrozzina".

Iacopo allora ha pensato di rispondere così: "Se un giorno avrò dei figli - scrive Iacopo Melio - sapranno che il dolore, quello vero, è nascosto nell'indifferenza e non nella malattia. Che i brutti spettacoli del mondo ce li ha sempre regalati la cattiveria umana e mai la dignità. Che il mondo è popolato da persone diverse ma con gli stessi diritti. Che non esiste libertà abbastanza grande di quella che possiamo prenderci per essere felici. Perché vivere significa questo: esser messi in condizioni di poter fare del nostro destino ciò che si vuole, senza mancare di rispetto (ah, che bella parola!) a chi ci sta intorno. Quindi, caro il mio testa a pinolo.. Non solo io in vacanza ci vado, quest'anno, come tutti gli altri anni. Ma ci andranno - conclude Melio - anche Marco, Matteo, Laura, Sara, Ilaria, Fabrizio, Ginevra, Alessandro E tutti i ragazzi speciali di questo mondo, che di speciale non hanno niente se non la loro unicità".

Sull'argomento è intervenuta anche l'assessore toscano alla salute, Stefania Saccardi: "Chissà - afferma via Facebook - se i ragazzi disabili che alloggiavano nel villaggio ''intraprenderanno vie legali e chiederanno risarcimenti'' per essere stati costretti a passare le vacanze con questo individuo. Caro signore, credo davvero che sia il suo pregiudizio a non essere ''un bello spettacolo'' per i suoi figli".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

L'EDITORIALE

Attualità

Cronaca