Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°24° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 23 ottobre 2019

Politica sabato 10 settembre 2016 ore 17:44

La battaglia sul referendum in riva all'Arno

Il segretario nazionale di Rifondazione Paolo Ferrero

La città di Renzi ospita la festa nazionale di Rifondazione comunista sul no alla riforma. Il segretario Ferrero: "La Costituzione va benissimo così"



FIRENZE — Il 'no' è scritto bello grosso sulla locandina della festa nazionale di Rifondazione Comunista e porta nuovamente in Toscana, nella Firenze del premier Matteo Renzi, il dibattito sulla riforma della Costituzione che a breve vedrà i cittadini pronunciarsi nelle urne. Un dibattito che prosegue, dopo che lo stesso premier, dal palco della festa dell'Unità alle Cascine, ha detto che "Il referendum si vince ma bisogna mettersi a lavorare tutti". 

Dai giardini dell'Obihall che ospitano la festa di Rifondazione, gli fa eco il segretario nazionale di Rifondazione Paolo Ferrero: "In Italia ci sono due cose, una buona e una cattiva. Quella buona è la Costituzione nata dalla lotta partigiana e quella cattiva è il governo Renzi. Bisogna tenere la Costituzione e mandare a casa Renzi". "A dover cambiare - ha detto Ferrero - sono le politiche dei governi a favore dei ricchi e delle banche. Questo va cambiato, non la Costituzione".

Il segretario punta il dito anche sulla gestione delle risorse pubbliche. "Noi siamo un'alternativa a Renzi - spiega - non è vero che i soldi non ci sono. Noi pensiamo che ci siano e che qualcuno ne abbia troppi. Serve una tassa sulle grandi ricchezze e basta Tav".

PAOLO FERRERO SU GOVERNO RENZI E REFERENDUM - dichiarazione


Tag

Show del leghista Ciocca al Parlamento Ue: lancia scatola di cioccolato turco alla presidenza

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità