Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 19°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 22 agosto 2019

Politica venerdì 05 febbraio 2016 ore 17:29

Il Pd Toscana chiude il 2015 a quota 40mila

Servizio di Filippo Bernardeschi

Parrini: "Il tesseramento è stato in linea con il 2014". 4000 le nuove tessere a cui si aggiungono 2000 ritorni. 100% di conferme in quattro città



FIRENZE — Il Pd chiude in pari i tesseramenti in Toscana del 2015: poco meno di 40mila iscritti, più o meno in linea con il risultato del 2014. 

A rendere note le cifre il segretario regionale Dario Parrini,  il suo vice Antonio Mazzeo e il responsabile enti locali Stefano Bruzzesi, secondo i quali il bilancio finale smentisce le voci di una progressiva perdita dei consensi di cui tanto si è vociferato negli ultimi mesi dell'anno scorso. 

Quattromila le nuove tessere a cui si aggiungono duemila ex tesserati che ha deciso di tornare nelle fila dei democratici.

Mazzeo ha spiegato che, nel 2015, solo in 1.800 non hanno rinnovato l'adesione al partito mentre il 96 per cento ha invece scelto di restare. I migliori risultati a Lucca, Pistoia, Empoli e Piombino dove il 100 per cento degli iscritti ha rinnovato la tessera del partito.

Aperta polemica con Pierluigi Bersani che ha ipotizzato di lasciare il partito dopo lo scoppio del caso Cuffaro, l’ex governatore siciliano condannato per mafia che ha dchiarato che i suoi voti sarebbero confluiti nel Pd.

"Dove ci sono sospetti di inquinamento il tesseramento va bloccato - ha dichiarato Parrini - Ma a Bersani e Stumpo, che oggi sul Corriere della Sera dicono che ormai al Pd si iscrivono solo gli amici di Cuffaro, dico che hanno insultato il Pd e dovrebbero vergognarsi di queste parole. Quel che non va bene nell'atteggiamento di Bersani è quello di mettere continuamente alla berlina il partito di cui fa parte con accuse false. E' insopportabile".

Sulla proposta del governatoe Rossi di bloccare il tesseramento dopo il caso Cuffaro, il segretario toscano ha invece preferito glissare ricordando che il tesseramento in Sicilia è stato congelato.

Ai giornalisti che gli hanno chiesto di un altro nome scomodo, quello di Denis Verdini, Parrini ha risposto che "Verdini non è del Pd, non ci vuole entrare e non ci entrerà. Sventolare questo spauracchio significa non avere argomenti. E' un non caso".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità