Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 16 settembre 2019

Attualità mercoledì 21 ottobre 2015 ore 11:00

"La sanità toscana fra le ultime 5 in Italia"

Il capogruppo in consiglio regionale Stefano Mugnai (FI) commenta i dati dell'Agenzia nazionale della sanità sui passivi di bilancio degli ospedali



FIRENZE — "Spicca tra cinque Regioni, la nostra Toscana, ma per i passivi di bilancio negli ospedali, in una sorta di rosa benchmark ma all’incontrario - scrive Stefano Mugnai in una nota - Sono gli esiti dell’indagine con cui l’Agenzia nazionale di sanità (Agenas) ha messo sotto la lente i conti 2014 degli ospedali di 14 regioni italiane tra cui, appunto, la Toscana".

" I dati sono stati diffusi a mezzo stampa nei giorni scorsi e raccontano di una Toscana quart’ultima in Italia per spesa ospedaliera - spiega ancora Mugnai - Sono in deficit i bilanci 2014 di 29 grandi ospedali concentrati in Piemonte (4), Liguria (2), Toscana (4), Marche (1), Lazio (9), Calabria (4), Sardegna (1) e Campania (1)". 

"In un totale nazionale di 915 milioni di buco, cifra destinata a salire perché i dati di qualche regione ancora mancano - prosegue il capogruppo di Forza Italia -  la Toscana contribuisce con un deficit di 59.849.000 euro spalmati tra il Meyer (3.446.000 euro), Azienda ospedaliero universitaria pisana di Cisanello (14.194.000 euro), quella fiorentina di Careggi (19.775.000 euro) e quella senese de Le Scotte (22.434.000 euro). Si tratta insomma di una realtà ben differente rispetto al ritratto di una Toscana virtuosa rispetto alla contabilità sanitaria".

"Non che l’idilliaco quadretto non si fosse già incrinato in passato - conclude Mugnai che è anche vicepresidente della commissione sanità del Consiglio regionale - Il crac dell’Asl 1 di Massa Carrara e il buco di bilancio all’Asl 7 di Siena, tutti e due casi su cui sono al lavoro le rispettive procure locali, avevano già mostrato come la tenuta dei conti della sanità toscana non fosse granitica quanto Rossi voleva lasciar intendere. Ora però lo dice Agenas, sui cui dati il governatore spesso poggia le proprie analisi. Questa, però, chissà come mai, non l’ha diffusa. Rimedio io».



Tag

Lega a Pontida, elmi, magliette verdi e cartelli: tutte le stravaganze dei manifestanti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca