Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 21 settembre 2019

Politica venerdì 07 luglio 2017 ore 08:30

Santini querela, Parrini difende Monni e Gazzetti

Il candidato a sindaco del centrodestra ha formalizzato la denuncia contro i due consiglieri regionali Pd. Parrini: "Ridicolo e grave"



LUCCA — Come annunciato nei giorni scorsi, il giornalista Remo Santini, il candidato a sindaco di Lucca del centrodestra sconfitto al ballottaggio dal primo cittadino uscente Alessandro Tambellini per 361 voti, ha querelato i due consiglieri regionali del Pd Francesco Gazzetti e Monia Monni per diffamazione e turbativa elettorale. Al centro della querela un video che ha per protagonisti proprio Gazzetti e Monni, diffuso on line durante la campagna per le amministrative 2017.

"Prima di cominciare a fare opposizione e lavorare per risolvere i molti problemi di Lucca - ha spiegato Santini - ho formalizzato la querela nei confronti di Gazzetti e Monni, autori di uno spregevole, falso e diffamatorio video in cui vengo accostato, al pari della mia coalizione, al fascismo. Frasi come 'se non vince Tambellini verreti presi a cinghiate' oppure l'utilizzo di canzoni fasciste o di immagini di scontri di piazza,, tutte situazioni estranee a Lucca, non potevano e non possono essere tollerate".

Immediata la presa di posizione del segretario del Pd Toscana Dario Parrini in difesa di Monni e Gazzetti.

“Desidero esprimere la totale solidarietà mia e del Pd Toscana ai nostri consiglieri regionali Francesco Gazzetti e Monia Monni - ha scritto Parrini in una nota - Quella di Santini è un'iniziativa allo stesso tempo ridicola e molto grave. Da giorni Santini sembra incapace di fare i conti col fatto che i lucchesi gli hanno preferito Tambellini. Gli auguro di riuscirci quanto prima. A Lucca abbiamo bisogno di un'opposizione costruttiva e non di una minoranza incattivita, faziosa e priva di equilibrio”



Tag

Il premier Conte ad Atreju: «Mai frequentato il Pd e mai avuto la loro tessera»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità