comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 24°33° 
Domani 24°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 08 luglio 2020
corriere tv
Incontro con il centrodestra, Conte cita Moretti: «Ricorda un po' ‘Ecce Bombo'...mi si nota di più a Chigi o a Villa Pamphilj?»

Lavoro martedì 08 aprile 2014 ore 18:58

Lucchini, la Procura indaga su Smc

Aperto un fascicolo sui documentii forniti da Khaled El Hababeh per il permesso di soggiorno. Le accuse sono turbativa d'asta e falso in atto pubblico



LIVORNO — A confermare la notizia, anticipata dal quotidiano Il Tirreno, il procuratore capo di Livorno Francesco De Leo.
Khaled El Hababeh è il manager giordano a cui fa capo la Smc, la società tunisina interessata all'acquisto delle acciaierie Luccini e che, nei giorni scorsi, aveva annunciato una ricapitalizzazione di due miliardi di euro (l'offerta per la Lucchini è di 3 miliardi, uno e mezzo per l'impianto, un altro per la riqualificazione immobiliare di una parte del complesso).
L'inchiesta della Procura di Livorno, condotta dalla Guardia di Finanza, sarebbe partita da un esposto del commissario straordinario della Lucchini, Piero Nardi, che avrebbe agito su suggerimento del consiglio di sorveglianza sulla gara per la vendita delle acciaierie.
Nelle scorse settimane Smc group aveva chiesto al commissario straordinario della Lucchini un supporto finanziario di 300 milioni di euro per procedere con l'acquisizione del complesso siderurgico. Nardi aveva respinto la richiesta definendola ''inaccettabile''.
Gli ultimi sviluppi della vicenda Lucchini stanno esasperado gli animi degli operai che, al termine di una riunione che si è tenuta oggi, hanno annunciato che rifiuteranno, per protesta, le schede elettorali per le Europee qualora ulteriori rinvii comportino lo spengimento dell'altoforno. Smc è infatti l'unico gruppo ad aver avanzato una proposta di acquisto che salvaguardia interamente l'occupazione delle acciaierie.
''Le altre proposte invece - dicono i rappresentanti di Fim, Fiom e Uilm - non prevedono nè altoforno nè forno elettrico. Fermare l'area a caldo significa produrre  fino a 3000 esuberi' fra diretti e indotto'. ''Se Smc ha la possibilità di presentare un'offerta vincolante entro il 14 aprile, la presenti - proseguono i sindacati - ostacolare tali proposte avanzando sospetti per bloccare tutto è da irresponsabili''.
Secondo le Rsu la vertenza Lucchini dimostra ''che invece di favorire gli investimenti vengono usati tutti gli strumenti per ostacolare''. ''Per noi la procedura presenta lati non chiari - spiegano - quindi stiamo valutando un esposto che fino ad ora non abbiamo presentato proprio per non ostacolare la procedura di vendita''.
''Se l'obiettivo del commissario è spengere l'altoforno creando un disastro sociale - concludono le Rsu - risponderemo con forti iniziative in cui non sarà piu' possibile alcun tipo di garanzia''.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Cronaca

Attualità